Visite

martedì 31 maggio 2011

Maggio 2011 ? Uno spettacolo !!!

Tra pochi minuti questo quinto mese del 2011 finirà in soffitta continuando a vivere soltanto nei nostri ricordi. Per me, per le mie capacità fisiche e mentali, é stato un mese eccezionale, iniziato domenica 1 con l'ultimo allenamento pre-maratona di Trieste,...22 km e 300 metri a 3'59"/km. Una settimana dopo, accompagnato da Rachele (mossa da intenzioni bellicose) e Anna, ho partecipato alla Maratona d'Europa, tra Gradisca d'Isonzo e Trieste appunto (conclusa col sofferto-bellissimo crono di 2 h 54' e 25"....24° classificato).
Ah,...finalmente un pò di riposo e tranquillità per tendini e muscoli,....ci voleva prima dell'estate....: macché riposo e relax......." e la Tagliafuoco ? E la Santorso-Cima Summano ? Faccio a meno di correrle ? Vado fino a Trieste e non vado a Caltrano ?".
 Qualcuno o qualcosa (non ricordo) mi ha sussurrato all'orecchio una roba assomigliante alla fatidica frase ("Ah,..capisco, stai invecchiando..beh, pazienza, prima o poi può succedere...") e in quello stesso momento ho preso fuoco e la pallottola é scivolata docile in canna.


Smaltito il lattico-veleno della 42 chilometri giuliana, via con la Tagliafuoco (Caltrano-Malga Foraoro, + 1000 di ascesa , 22 maggio) e via con la salita al Summano (domenica 29 maggio, altri mille metri di salitona).Belle manifestazioni, bella gente,  grande fatica e spettacolare divertimento.

"Niente da dire, bravo genio,... ma più che dei risultati ottenuti goditi immagini, profumi e ricordi delle tre corse; pensa a quanto fortunato sei stato a stare bene e a poter correre il tuo piccolo sogno.."

Ehi,...ma chi é ? Chi parla ?
Sento le voci,..mi sa che sono proprio arrivato.


lunedì 30 maggio 2011

Una domenica da leoni...

Nel suo piccolo, ieri é stata una splendida domenica, mix quasi perfetto di divertimento in famiglia, corsa e "riposo". Alla stessa stregua dei gonfiabili da disintegrare (e prima o poi ci riuscirà), Rachele si é convinta che quando (secondo lei)  "corro veloce", mi merito un diamante (o gioiello,..dipende): ieri mi ha infilato un anello da un milione di carati strappato dalle dita di una delle sue bambole.
Capite perché non mi stanco mai di faticare ?


Oggi sono state diffuse le classifiche della Santorso-Summano e non ci sono state "sorprese"; 140 i podisti classificati (10 più del 2010, .....tutti eccezionali !!!), il mio crono confermato (33° classificato in 59'40" risultato grazie al quale mi leccherò soavemente i baffi fino alla prossima edizione..) e il sentore di aver preso parte ad una bella manifestazione,...semplice, senza eccessi ma da serbare nel cuore.
Oggi sono uscito per una seduta relax e, incredibilmente, le gambe hanno girato senza fare eccessivi rumori o dare adito a fusioni in corso.
Adesso, dopo un mese di maggio da URLO, mi farò sicurissimamente un giugno riposante.

A scanso di equivoci la mano su fuoco non la metto.

Ma anche questa é tutta un'altra storia.

Hasta pronto.

http://www.podisti.net/2010/index.php?option=com_content&view=article&id=9711:santorso-vi-9-santorso-cima-summano&catid=95:primapagina&Itemid=97

domenica 29 maggio 2011

Una salita capolavoro.

La classifica ufficiale della 9^ Ediazione della Santorso - Summano (7,2 km con 1080 metri di dislivello tutto in salita) arriverà.... ma non mi interessa granché e sono sincero.
 Stamattina sono salito alla croce del monte che sovrasta Santorso in mezzo ad una masnada di 250 podisti e mi sono divertito come un bambino che infila la mano nel barattolo della Nutella: non é uno spot ma una considerazione - paragone con una delle passioni-pulsioni a cui non so resistere (o almeno una di quelle che si possono riferire...). In attesa di smaltire fatica, colpo di sole e soddisfazione, mi limito a constatare il fatto che sono stato bene, ho faticato come "un grande" senza però andare nel pallone, chiudendo in un tempo con cui mi sarebbe piaciuto terminare (59' e 40") e per il quale avrei fatto (per modo di dire) carte false.


Ho trovato un sacco di amici e volti conosciuti ed é stata una bella mattina di fatica, sport e montagna....
L'eccezionalità però, é stata nell'aver "corso veloce" tanto che Rachele, come promesso,  mi ha regalato un gioiello.

A breve su http://www.podisti.net/

sabato 28 maggio 2011

Aspettando la Santorso - Cima Summano

La "quasi" tempesta tropicale di ieri pomeriggio ha lasciato dietro di sé una scia di danni materiali visibili e quantificabili soprattutto a 24 ore di distanza. I minuti che ho condiviso con quel violento nubifragio mi ha per l'ennesima volta fatto riflettere su quanto infinitamente piccoli siamo al cospetto delle forze della natura; non uno di noi, moscerini, sarebbe vivo se veramente la natura decidesse di alzare un dito contro l'uomo (...)
Domani mattina (finalmente) si correrà la Santorso - Cima Summano (8 km con 1000 metri di salita o poco più) e, ammetto,sono curioso di vedere come gambe e cervello reagiranno sull'erto sentiero della via crucis che conduce alla sommità della montagna che domina Santorso.


Sono riuscito a convincere il collega di lavoro Gino a lanciarsi e partecipare alla corsa, sua prima gara di questo tipo.
Sono disponibili sul sito http://www.lacerniera.it/ le foto della "5^ Edizione della Tagliafuoco", ma , belle o brutte, il ricordo della bella manifestazione esula dagli scatti del fotografo ed é impresso in chiunque vi abbia preso parte.

Tre minuti nel ciclone

Ore 17 e 15': festa di fine anno a "scuola" di Rachele; un tripudio di colori, balli, bimbi impazziti da timidezza e soprattutto gioia, afa tropicale, muraglia umana di genitori e nonni al di sopra delle mie capacità di tolleranza. Probabilmente Rachele avrà un futuro come ballerina di danza del "ventre", sempre che non diventi una direttrice d'impresa o un architetto dalle intuizioni e talento eccezionali. Ma occorre fare un passo indietro e narrare un'altra vicenda.

Mezzanotte é passata da poco per cui scrivo al passato mentre ripenso a quelle manciate di minuti vissute ieri pomeriggio. Ore 14 e 41 minutti: esco di casa per una leggera sgambata di trequarti d'ora,....cielo cupo,... orizzonte color antrace. "Tra un pò pioverà" mi son detto e via. Ore 15 e 17 minuti,....correndo sono passato davanti a casa di mamma e tutto intorno a me stava assumendo i chiari connotati del pre-esplosione atomica: " Ma dai,..fatti altri tre minuti così chiudi a quaranta tondi e buonanotte, coscienza e numero perfetti..".

Giusto, decisione inequivocabile.

Percorsi duecento metri a testa bassa, una volta alzati gli occhi al cielo ho capito che sarei stato mangiato dall'orizzonte inferocito dal vento di bufera, ma era troppo tardi.

I successivi 180 secondi sono trascorsi al di fuori di spazio , tempo e materia, fustigati da raffiche di vento freddo, pioggia torrenziale e qualche chicco di grandine.

Complimenti genio,....anche oggi hai portato a casa la pelle.

giovedì 26 maggio 2011

Ultimo giovedì di Maggio......o di Luglio ?


In attesa degli "stra-previsti" temporaloni di domani pomeriggio-notte, anche oggi la temperatura é stata quella tipica di metà Luglio; l'occhio (e la sua coda) va alle previsioni stagionali e un pò tutti i siti web specializzati in meteorologia, danno per certa un'estate 2011 decisamente calda (con una temperatura media più alta di 1,5 °C rispetto alla consuetudine).
Qualcuno per caso ha visto passare la primavera ? In realtà la mezza-stagione che ci ha traghettato fuori da un inverno lunghissimo e bagnato c'é stata.....ma é stata talmente bella che finché ce la gustavamo é scivolata via, rapida e leggiadra. Bisognerebbe trovare il verso di trattenerla un pochino di più a cullarci e ristorarci, ma ahimé,...credo sia un sogno destinato a rimanere tale.
Anche prima Rachele mi ha ricordato che dobbiamo andare a correre a Predazzo (il VK Trofeo Latemar, ndr); le ho ricordato che manca ancora un pò di tempo e che fra tre giorni farò una gara su "quella montagna fatta a forma di vulcano che vediamo dal balcone di casa".
Mi ha detto che se corro veloce mi regalerà un gioiello.
Non ho proprio scampo.

mercoledì 25 maggio 2011

Cima Summano nel mirino

Giro di boa settimanale valicato e, in attesa dei temporali di venerdì pomeriggio/sabato mattina (con buona possibilità di grandinate), non ci resta che godere (con parsimonia) di queste luminose e caldissime giornate.
"Troppo caldissime", direbbe Rachele.
Lo stato di salute delle mie gambe pare in miglioramento e alla sensazione di doloroso affaticamento di lunedì e di ieri, questo mercoledì ha regalato un filo di leggerezza e scioltezza in più. All'ora e dieci di "defaticante"(da tregenda) dell'altro ieri, ho fatto seguire 1 h e 17' di martedi sera (complice il piacevolissimo incontro con degli amici podisti vicini di casa) e l'ora e un quarto di stamattina....il tutto con un leggero ma costante miglioramento delle condizioni generali.
Da domani freno a mano tirato (...) e scarico dei gas tossici ; occorre fare attenzione perché sul Summano ci si potrebbe anche schiantare.

Miti - Tribute to Andrea Bocelli



Un artista d'altri tempi.
Meraviglia...

martedì 24 maggio 2011

Clip spettacolo



Ecco come si pubblicizza un evento che altrimenti potrebbe rischiare di passare inosservato; bravi gli ideatori del video e gli organizzatori della manifestazione.
In quanto a me, al "dopo-Tagliafuoco" e al prossimo imminente impegno, in questi giorni sto digerendo i metri di dislivello corsi l'altro giorno e il caldo estivo che inonda questa fine di maggio. L'acido lattico residuo mi sta facendo una discreta compagnia e, in attesa della Santorso-Cima Summano, credo che adotterò una linea di allenamento prudente, molto prudente. Niente eroismi né invenzioni da genialoide.
Rachele é in forma e dalle sue acrobatiche bizze mi sa che il tempo potrebbe cambiare,...almeno un pò.
Speriamo che non grandini.

24 maggio,...non un giorno qualunque.


Senza faziosità, né retoriche di alcun genere.
Rispettoso e doveroso ricordo ai tanti caduti di una guerra sanguinosa e inutile.
Come tutte le guerre.

lunedì 23 maggio 2011

No foto ? Si post !

Le foto della gara corsa ieri sugli erti declivi che dominano Caltrano arriveranno e stanotte proverò a dormire ugualmente.
 Nel frattempo ho sbirciato un pò in giro ad osservare dove e quali altre competizioni si sono svolte nel fine settimana. A Rosà (Vi) la seconda edizione delle 10 Miglia delle Rose ha visto vincere Correndo Mirko (58'46") mentre nella Sky Running della Val San Martino a Calolziocorte (Lecco) ha trionfato lo specialista Stefano Butti (2 h 49' e 50'').
Tantissime (e dei generi più disparati) le gare in giro per il mondo, ...da perderci 'na giornata solo a guardarne i link.
A Thorpe (Gran Bretagna) Simon Sleney ha dominato la White Peak Marathon col tempo di 2 h 57' 01", mentre ad Halifax (Canada) la Blue Nose Marathon é andata a Greg Wieczorek (2 h 28' 52"). Sempre nel Regno Unito la Brathaday Windermere Marathon ha visto prevalere nettamente l'anglosassone Littler Stephen (2 h 32' 08").

Come al solito applausi a scena aperta,..tutti bravi, tutti fenomeni.

Lunedì 23 maggio , -6 a La Santorso-Cima Summano...........da fanatici !!!

In attesa delle foto's della Tagliafuoco di ieri, date una letta veloce a http://www.podisti.net/2010/index.php?option=com_content&view=article&id=9608:caltrano-vi-5-tagliafuoco&catid=95:primapagina&Itemid=97, dove mi auguro  non aver straparlato ed essere stato fedele cronista di una bella mattinata di sport, fatica e montagana.
Ancora complimenti a "La Cerniera", aiutanti, istituzioni e sponsor.
A più tardi.

domenica 22 maggio 2011

Tempesta di Fulmin(e)i sulla Tagliafuoco

Come previsto non c'erano gonfiabili all'arrivo di Malga Foraoro e Rachele non ha perso nessuna occasione di fare danni; in compenso il panorama godibile dai milletrecento e passa metri della zona traguardo si é rivelato stratosferico.
Una giornata splendida, sole a martello ma con una temperatura tutto sommato ancora "gestibile", hanno fatto da contorno a questa edizione della Tagliafuoco, la mia terza complessiva ma prima con la "variante" (bellissima) del sentiero delle svolte. Quella di cambiare quel tratto di percorso é stata un'ottima idea visto che si é risparmiato un lungo tratto di monotona carrozzabile per seguire un viottolo all'ombra ristoratrice del bosco, ........sinuoso, ancheggiante fra alberi, rocce e frequenti cambi di direzione. Mi sono divertito molto, ho sentito una fatica accettabile e non ho avuto quella sensazione di "cottura globale" che tanto temevo. Delle tre edizioni che ho corso, é stata senza dubbio quella meno tribolata e questo mi dà morale in previsione della salita di domenica prossima sul Summano; per essere stata la primissima salita della stagione c'é da leccarsi i baffi. E non solo.
Ho dato un' occhiata alla classifica generale e mi sono scoperto 43° assoluto (oltre 400 i podisti classificati) in 1 h 14' e 53" (a dire il vero a me risultava qualche secondo in più) e ho piacevolissimevolmente trovato Roberto Poletto (1 h 01' 46", 3° assoluto) e Adriano Augeri ( 1h 08' 13", 12° assoluto) compagni de La Fulminea Running Team a precedermi. Il grande Paolo, con cui ho passato la mattina (andata, pre e post gara e ritorno) come al solito ha sfoderato una prestazione maiuscola, da vero fulmine(o) giungendo a malga Foraoro poco dopo 1 h e 20' di gara.

Arrivo Tagliafuoco 2008, quando andavo come un aereo.



Per le foto della 5^ Edizione de La Tagliafuoco al prossimo post.

A brevissimo articolo su http://www.podisti.net/

Anticipazioni su "La Tagliafuoco" 2011- Aspettando il Post vero

Missione compiuta "senza spargimento di sangue"alla Tagliafuoco di stamattina.
Gara splendida, percorso rinnovato rispetto a quello che avevo corso nel 2009 e 2008 e davvero da provare.



In attesa di classifica e un briciolo di tempo in più, .....a dopo.

Splendidi Fulmineiiii !!!! Grande Bress, complimenti rabbiosi lo stesso .

Grandissimi Fulminei alla moonlight Half Marathon di Jesolo (dettagli a latere a cura di Bress e Andrea Rigo.....), peccato per i dodici secondi di troppo sul tempo preventivato impiegati dal presidentissimo  per coprire i 21097 metri ; gigantesco e furioso lo stesso, esempio di cuore e voglia da prendere ad immagine per tutti coloro corrono con un obiettivo da raggiungere. Nella corsa e soprattutto nella vita.
I miei sinceri complimenti,....bandiera della muerte issata più che mai.
Mollare MAIIIIII  !!!




Domani alla Tagliafuoco venderò cara la pelle.

sabato 21 maggio 2011

Show preview

Uno spettacolo

Una Tagliafuoco atomica ?

La corsa di domani mattina, la prima della stagione in montagna, sarà in ogni caso rivelatrice.
Detta così può sembrare un'ignobile frase fatta ma, in realtà, la sfacchinata sotto un sole a picco per andare a bermi una bottiglia d'acqua a malga Foraoro partendo da Caltrano, mi dirà quanta birra ho nel motore e soprattutto se sono più stanco o più allenato del solito. L' invisibile linea si confine tra "esaurimento scorte muscolari e nervose (voglia di fare fatica)" e condizione atletica buona, é decisamente sfuggente; il sentiero delle svolte, gli erti transiti verso malga Serona e la temperatura praticamente estiva, daranno l'implacabile giudizio. Sarà una fotografia della mia attuale carica: da 1 a 10, da lesto a scoppiato, da intrepido a pollo.


Rachele si sta svegliando dal riposino pomeridiano; poche ciance, niente esitazioni.....sarò intrepidamente lesto.

venerdì 20 maggio 2011

Miti - Tribute to Alabama



E' aperto il concorso a coloro che (onestamente) ammettono di ricordarseli.
Mitici.


Aspettando la Tagliafuoco....

Venerdì da lupi, poche fiamme, tanto caldo e voglia di volare su un qualche atollo polinesiano a fare niente; Rachele che gioca sulla spiaggia di sabbia bianca finissima, Anna che si mangia una enorme fetta d'anguria e guarda l'orizzonte infinito....Mollemente adagiato su un'amaca tesa fra due mega palme mi perdo in un ozio sconosciuto e inarrivabile.

 Il colpo di sole di oggi pomeriggio ha lasciato il segno. Sento puzza di bruciato, mi guardo intorno ma non c'è nulla che sia andato a fuoco.
Bah,.....
A proposito,... a domani per le anticipazioni su La Tagliafuoco.

Miti - Tribute to Alberto Sordi




Uno dei miei preferiti in assoluto, uno dei più grandi di sempre.
Semplicemente straordinario

giovedì 19 maggio 2011

Una telefonata, la pista e poi..

All'intenzione di prendere parte alla 5^ Edizione della Tagliafuoco (domenica 22) e alla Santorso-Cima Summano sette giorni dopo, ho fatto seguire la materiale iscrizione alle due manifestazioni; a suo modo é inquietante la lucida follia che mi sta muovendo in questa scelta, arrivata al termine di una stagione primaverile bella tosta e all'inizio di un periodo a cui devo ancora abituare gambe e cervello. Tre maratone (e una mezza) portate a termine in 77 giorni forse mi hanno un filo  "scaricato"...Forse é per questo fondato motivo che credo sia (super)intelligente e (ultra)propizio aggredire l'estate partecipando a due gare di corsa in montagna  in un lasso di tempo così ristretto (un migliaio di metri di salita ciascuna); a dire il vero ho anche cercato di spiegarmi questa decisione ma, al di là della grande passione per la corsa e per la montagna non ho trovato nient'altro che un muro di nebbia fuori stagione (uno psichiatra potrebbe definirlo in altro modo ma io non sono psichiatra...).
Rachele sta decisamente meglio e i problemi intestinali che l'avevano assediata nel fine settimana scorso sembrano davvero svaniti e di tutte queste righe questa é la notizia che più mi galvanizza. Mi piacerebbe portarla al traguardo ma, un pò la logistica  infelice, un pò la probabile mancanza di gonfiabili da disintegrare mi stanno facendo desistere dall'idea.

Per semplice rispetto al codice etico che ho imposto a questo blog, ometto di narrare (oggi) della telefonata intercorsa questo pomeriggio con un' Ente preposto (e scelto) per la fornitura di energia; la mia personalissima impressione che esista tutta una dimensione di cose e persone che lavorano per renderci le cose più difficili e caotiche, sta assumendo in quel che rimane del mio cervello, sembianze decisamente mostruose e tali per cui oggi ho addirittura corso (in parte) su una pista di atletica...
Sarò mica diventato matto, vero ?



Ma anche questa é un'altra storia......

mercoledì 18 maggio 2011

Miti - Clip senza tempo

                                                                                           

Tutto questo é...





straordinario ...

martedì 17 maggio 2011

Il martedì della scintilla

Il pit-stop di Rachele sta terminando e questa é la nota più positiva della giornata. Stamane sono uscito per l'allenamento quotidiano e mi é sembrato di correre con tutto l'universo aggrappato alle gambe; sensazione di pesantezza e grande fatica (modello post-sky race) mi hanno tenuto compagnia per l'ora e un quarto di corsa...Quasi inspiegabile ma non me ne faccio un cruccio, anzi. Domenica parteciperò alla 5^ edizione della Tagliafuoco (Caltrano - Malga Foraoro, 11 km e un migliaio di metri di dislivello +) giusto per inaugurare con un bel petardo la stagione della corsa in montagna. Non ricordo del tutto, ma probabilmente a questo punto della stagione, mai come quest'anno sono a così totale "digiuno" di salite: la Tagliafuoco, con i suoi strappi continui e la pendenza decisamente impegnativa, é la gara migliore per iniziare l'estate. Eppoi, poche scuse (...niente pretese, corsa d'approccio, ecc, ecc....): chi molla é un coniglio. Punto.


 Domenica 29 ci sarà una Santorso- Cima Summano da azzannare.

lunedì 16 maggio 2011

Talento e follia

A soli 21 anni, Samuel Wanjiru é stato il primo atleta keniano a vincere la  medaglia d'oro nella maratona alle Olimpiadi (Pechino 2008); qualche ora fa la sua esistenza é terminata in maniera tragica ed ancora poco chiara. A me non interessa fare gossip né svelare particolari che non conosco né mi interessa in alcun modo conoscere. Stanti i fatti di cronaca risalenti ad alcuni mesi fa, Wanjiru aveva probabilmente fatto scivolare la propria vita su un binario pericoloso, balzano, fortemente sregolato.
Ognuno può opportunamente farsi una propria personale idea; inappuntabile.
A me dispiace che un atleta così talentuoso si sia rivelato un uomo debole al cospetto della vita sino a rimanerne vittima.

Intramontabili fenomeni: Dennis Brunod e Marco De Gasperi



Svelato il mistero sull'andamento e sui  i vincitori nelle due più importanti corse in montagna disputatesi ieri e appena menzionate ieri sul mio spazio.
Sugli scudi, ancora una volta, gli straordinari Dennis Brunod e Marco De Gasperi vincitori rispettivamente a Casere (Bg) e nel Trofeo Nasego (Bs).


Anche loro due troveranno spazio nella mia personale galleria di miti e leggende.

domenica 15 maggio 2011

Domenica nella burrasca

I miei buoni propositi d'esordire negli allenamenti di corsa in montagna sono franati al cospetto di una domenica sventagliata da vento e pioggia....e con la temperatura crollata di una dozzina di gradi. Con buona pace di polmoniti debellate e bronchiti sconfitte. Poco male, fra 24-36 ore torneremo al caldo di ieri pomeriggio. Ho felicemente corso sotto al diluvio una buona ora e venti a ritmo via via più vivace.
Domenica di corse sia vicino a casa che nel resto d'Italia, d' Europa e del mondo; nella Dieci Miglia del Montello (Giavera del Montello,Tv) vittoria all'atleta africano Tyar Abdelhadi in 50' 25" e feroce prestazione del Bress (Lorenzo Bressan) giunto al traguardo (16,1 km) in 1h 08' 09". Brava anche Anita Bilato arrivata col crono di 1 h 29'e 38". Fulminea Running Team docet.
A Porto San Giorgio (Fermo) la Maratona del Piceno ha visto trionfare Medhanie Tekie Alexsander in 2 h 19' e 42". Prima donna Marija Vrajc in 3 h 00 59''. 14° classificato assoluto (e 1° categoria MM45) Pio Malfatti (Atletica Rotaliana) giunto all'arrivo in 2 h 55' e 52''...quindi  ? L'atleta di Mezzolombardo é impegnato nell'impresa di correre, nel corso del 2011, 30 maratone sotto al muro cronometrico delle 3 h....Domenica scorsa a Trieste ho avuto il piacere di correre al suo fianco e sono stato conquistato dalla sua mitezza permeata da una tenace volontà d'acciaio. Forza Pio !!!

Si é corsa la maratona anche a Ginevra e a Salisburgo dove hanno vinto rispettivamente Begashaw Hailu (Etiopia, 2 h 17' e 45") e Chelokoi Victor Bushendich (Kenya, 2 h 14' e 49'').
Sto aspettando con curiosità i risultati di alcune gare di corsa in montagna corse in provincia di Brescia (Casto, Trofeo Nasego) e Bergamo (Sky Race,  Casere-Trofeo Gherardi),...

Extra,...tutti campioni, tutti fenomeni !!!

sabato 14 maggio 2011

Un riposo pensante

Rachele si sta pian piano rimettendo da uno dei tanti intoppi di questa prima annata di vita comunitaria: bronchiti, otiti, influenze, gastroenteriti....rappresentano la sequela di (sgraditi)compagni viaggio che le (e ci) tengono compagnia in questi mesi. Tutto normale, tutto praticamente previsto. Per fortuna.
Sto rovistando calendari di corse di ogni genere (prediligendo quelle in montagna) cercando di conciliare programmi familiari, lavoro, distanza, fattibilità e quel pizzico "di non so che"che indirizzeranno le mie scelte.


Ecco,...questa é l'ultima avventura che ho individuato;
potrebbe essere l'alternativa alla Stava Sky Race,.
...altra distanza, altra fatica.
Soprattutto una spumeggiante novità....

Trofeo Panarotta, Pergine Valsugana, 26 giugno 2011.


Ma lasciamo un pochino impazzire quei due neuroni che
mi sono rimasti, altrimenti che divertimento é ?

Alla prossima per i dettagli.
.

venerdì 13 maggio 2011

Pensieri e note



Talento straordinario


La vera meraviglia de La Bavisela



True beauty of  Trieste

Terra di nessuno

Sta facendo un gran caldo e, stanti le solite infauste e catastrofiche previsioni meteorolgiche a cadenza stagionale, pare ci si stia avviando verso un'estate dal clima rovente e povera di precipitazioni; temperature medie al di sopra della media di 0,5 - 1 °C rappresenterebbero la compagnia dei prossimi mesi.


L'idea che mi sono fatto é che alla faccia del prossimo 2012, foriero della catastrofe maxima (...), l'estate che ci attenderà sarà una delle tante, solite, calde stagioni che riempirà la nostra esistenza. Rachele é ancora una volta ferma ai box, mentre Anna ed io siamo un filo malconci a causa delle nottate mezze insonni che seguono alla normale routine giornaliera.
Dopo la maratona corsa cinque giorni fa non mi posso lamentare dello stato di salute di muscoli e tendini e, accavallando impegni e voglia, farò probabilmente solo domani il primo recupero (totale) post-Trieste..
Cercando di conciliare esigenze familiari, lavorative (reperibilità) e meteorologiche potrei anche pensare di inaugurare la  stagione di corsa in montagna, allenandomi tra domani e/o domenica mattina presto, sui sentieri che conducono a Bocchetta Pau o a Contrà Campana; mi lascerò condurre da istinto e necessità...lasciando a casa eroismi e voglia d'impresa.

mercoledì 11 maggio 2011

Gambe e testa in catalessi lattacida -stand by

Lunedì, ieri e oggi sedute blandissime tranne un accenno si cambio ritmo ( 3'45'' per 1 e mezzo chilometro)  verso la conclusione.Tossine da smaltire, stanchezza da lasciare sfilare, voglia e "nuovi target" da mettere sul mirino. Questione di pochi giorni poi si punterà col naso all'insù; Tagliafuoco, Summano, Stava Sky Race, Trail delle creste e il celeberrimo "Trofeo Latemar Vertical Kilometer" di fine agosto.

Guardate la clip e meditate....come potete pensare di non esserci anche voi ???


A Predazzo il 28 agosto non posso mancare davvero. Rachele se lo é già messo in nota. Impossibile disattenderla.
(...roba da matti...)

I miti: Tribute to Carl Lewis, il figlio del vento

Un mito contemporaneo, un atleta meraviglioso capace di vincere 4 medaglie d'oro nella stessa Olimpiade, Los Angeles 1984, collocandosi  nella ristretta cerchia dei più grandi di ogni tempo.

Pregiato di averne vissuto le straordinarie gesta.


Prima di lui solo un altro capace di un' impresa simile, Jesse Owens (Berlino 1936),.....ma questa é un' altra leggenda.

martedì 10 maggio 2011

Un 8 maggio a cannone (o quasi..)

Come al solito, ma soprattutto in questo periodo dell'anno, sono state numerose le maratone/mezze corse in talia e all'estero nello scorso fine settimana (nei soli Stati Uniti ne ho contate addirittura 12). In Italia a Barchi (Fano) Yego Solomon Kirwa (Kenia) ha vinto la Collemar-athon in 2 h 18' e 47'' (ottimo Giorgio Calcaterra nei primi dieci in 2 h e 30'), mentre a Trieste l'atleta di casa Giacomo Licen Porro é giunto davanti a tutti impiegando 2 h 32' e 21" per arrivare in piazza Unità d'Italia partendo da Gradisca d'Isonzo.


Non poteva mancare il risultatone che é stato realizzato dal keniano Barus Benson Kipchumba  nella Maratona di Praga vinta dallo stesso col superbo crono di 2 h 07' e 07''; al secondo e al terzo posto altri due atleti keniani giunti alle calcagna del vincitore (rispettivamente in 2 h 07' e 34'' e 2 h 07' e 45").

Galacticos !!!

Ancora su Trieste

In attesa di raccattare sul web qualche foto della maratona corsa l'altro giorno, ho fatto un breve giro a leggere impressioni, sensazioni e quant'altro da alcuni dei partecipanti (o anche spettatori) alla "La Bavisela". Il pensiero che mi sembra emerga dalla media delle riflessioni é "..mannaggia, é stata dura, che fatica, mi sono piantato al 35° chilometro..bellissimo l'arrivo..".
Qualche voce (stonatissima) fuori dal coro c'é e non poteva non esserci, così come non manca il fenomeno che ha inventato le corse a piedi, le maratone, le ultra-trail, le tabelle di preparazione...che ha qualcosa da (stra)dire insultando e usando termini da tangenziale all'ora di punta. Sono un povero illuso , ...come posso pretendere venga utilizzato un minimo di umiltà misto a sana autoironia quando si parla (comunque) di un passatempo pur se faticoso e impegnativo ?
Vuoi mettere la soddisfazione di berciare ai quattro venti che sei stato forte, che era tutto previsto, che vai che vai bene, che il talaltro é un babbeo e non capisce nulla....?

Peccato,...credevo che fossero quasi estinti sia i protagonisti a tutti i costi che i paladini del so tutto io.

Pazienza

lunedì 9 maggio 2011

....quindi ?

Trascorse poche ore dal traguardo di Trieste e già la mente schizza altrove.
...calma, calma !



Ascolta questo sound e va a dormire...

Maratona d'Europa 2011

Quella che ho corso ieri rimarrà una delle maratone più strane della mia storia podistica. Al di là del riscontro cronometrico, mi resta l'immagine mozzafiato di piazza Unità d'Italia gremita all'inverosimile con tutto il suo maestoso contorno a realizzare una coreografia stratosferica, unica. Sabato, ovviamente, cercavo la macchina fotografica ma né io né Anna l'abbiamo ritrovata (dopo Gualtieri non l'abbiamo più usata)...boh, chissà dove sarà andata, ci siamo detti.
Albergo in centro, super passeggiata sul lungo mare, visita all'Expo, giro sulla giostra panoramica e un abbraccio a Paolo Giberna (http://www.perfiorellacontroilcancro.org/) hanno consacrato il mezzo pomeriggio a Trieste; Rachele affilava impensabili armi da taglio ammirando i gonfiabili collocati in zona arrivo...
La gara, iniziata a Gradisca d'Isonzo (trasferimento a cura dell'organizzazione) si é rivelata molto particolare, con un andamento altimetrico in buona parte indecifrabile e un sole a picco a fare gli onori di casa; una maratona per soli  leoni, niente da dire. Nel complesso ho corso abbastanza bene (eccessivamente spavaldo la prima metà) patendo discretamente gli ultimi 7 chilometri dove il tratto pianeggiante (dopo 8-9 chilometri di dolce discesa) mi é sembrato una muraglia. Ma vi assicuro che, fatica o no, crampi o meno, l'arrivo a Trieste é da brivido. Straordinario.
(A breve su http://www.podisti.net/)

I gonfiabili ?
Rimane un mistero come siano sopravvissuti agli assalti della mia bambina (...).
E la macchina fotografica ?
Dentro alle borse (teoricamente) vuote nel bagagliaio dell'auto....: peccato che ce ne siamo accorti solo ieri sera scaricandola....
Fenomeni !



Provate ad immaginarla con 12.000 persone.

Spettacolo.

domenica 8 maggio 2011

Eh, già..




Toccat(on)a e fuga; giornata campale e da ricordare per tanti aspetti...
Ma questa sarà storia di domani, con qualche scoria circolante in meno e con qualche ponderata riflessione in più.
I gonfiabili di Piazza Unità d'Italia di Trieste se la sono vista davvero brutta: Rachele ha avuto clemenza.

Maratona d'Europa 2011, "La Bavisela", Trieste

Pettorale: 26 - GASPAROTTO EDOARDO
Anno di nascita: 1968 - Nazionalita': ITA
Società: LA FULMINEA RUNNING TEAM
Tempo finale: 2:54:36

Posizione assoluta: 24



Tutto qua  ?

A breve il post-resoconto della 42195 metri di Trieste.
SplitTimemin/KmDeltamin/KmRealTime
Km 21.0971:25:464,031:25:464,031:25:43
Arrivo2:54:364,081:28:504,122:54:33

sabato 7 maggio 2011

ore

La notte é stata ristoratrice e serena, ma non ha portato consiglio né cancellato la piaga al tallone.
Poco importa o tanto importa,...chi può dirlo ? Domani ogni domanda avrà risposta.
Trieste, ...aspettami.

venerdì 6 maggio 2011

Vai vai vaiiiiii


Un gandissimo "in bocca al lupo" agli amici che domani parteciperanno alla "100 & Lode".
Pugni chiusi o meno, l'importante é provarci...


Sempre.

V A M O N O S !!!

Un venerdì da leoni, frenetico, vissuto a tutta birra; farà anche ridere, ma stamattina ho casualmente preso un colpo al tallone destro che mi sta saturando il cervello. Ci ho anche corso sopra per capire quanto dolore mi provochi realmente la maldestra ferita e la risposta che ho ricevuto é stata parziale, effimera.....e costituisce un'incognita che svanirà soltanto domenica. Il rischio che la mia personale macchinetta muscolo-atletico-mentale salti per aria...c'é. E non é uno stupido bluff; sento che la mia feroce voglia di misurarmi con la strada sarà messa a dura prova.
 Mio nipote é stato sottoposto stamane al trattamento medico per risolvere il problema-spauracchio che gli é stato riscontrato qualche giorno fa e, in attesa degli oggettivi  riscontri clinici, la fiducia é dominante sui pensieri foschi.
Rachele é in forma stratosferica e sta preparando armi e bagagli; i gonfiabili in Piazza Unità d'Italia non hanno scampo.
Il mio tallone dovrà pazientare.



Da http://www.podisti.net/.... dateci un'occhiata.
http://www.podisti.net/2010/index.php?option=com_content&view=article&id=9387:a-trieste-con-fiorella&catid=13:commenti-e-opinioni&Itemid=95

giovedì 5 maggio 2011

Un idioma da matti

E' fuori discussione che Marco Paolini sia un attore straordinario e geniale.


 Intelligente, sagace, poliedrico,....sa anche far morire dal ridere.
Per me, un mito su cui tornerò spesso e volentieri.

A Trieste anche per Fiorella

Non amo i luoghi comuni né le parvenze di solidarietà fine a se stesse. Uno dei siti-organizzazioni AMICI della maratona di Trieste é l'Associazione "Per Fiorella con noi contro il cancro"; leggetevi la storia di Fiorella e le finalità dell'associazione benefica e fate due semplici pensieri. Non é difficile, bastano amore e buon senso.



www.perfiorellacontroilcancro.org/

mercoledì 4 maggio 2011

Good luck

Un mercoledì molto particolare, con la corsa elemento splendido ma assolutamente marginale rispetto ad un paio di eventi che proprio oggi si sono materializzati. Innanzitutto il ricovero, diagnosi e inizio delle cure di un mio (caro) nipote alle prese con una cisti fastidiosa quanto (lì per lì) "spaventevole": domani sarà un buon giorno che risolverà la maggior parte dei problemi suoi e di tutta la famiglia. Mi raccomando, ..saldi come la roccia !
Altra particolarità (decisamente più frivola) la restituzione della quota d'iscrizione al master universitario a cui non mi é stato permesso di partecipare dopo che avevo superato pre-selezioni e iscrizioni a vario livello (e pagamento con soldini veri...).Dopo 5 (cinque) mesi l'università degli studi di Padova si é abbassata a restituire la somma indebitamente trattenuta nelle proprie casse per oltre 150 giorni (non milioni,...qualche migliaio di euro...). Chapeau,....educazione e insegnamento iniziano dall'esempio di efficienza e buona educazione; mi pare giusto, no ?
Complimentoni.

4 x 2000, yes !

Sono decisamente in pensiero.......Rachele ha ribadito di voler bucare i gonfiabili posti in Piazza Unità d' Italia a Trieste domenica prossima. Giuro che non so da dove abbia tirato fuori questa "perla" che tra l'altro non é una novità di oggi. Vedremo di tenerla d'occhio più del solito.
In quanto alla giornata odierna, ho provato a tener fede al programma di allenamento previsto nell'usuale ultima settimana pre-maratona; quest'anno, in via davvero straordinaria, é la terza volta che mi accade di eseguire "El Clasico"(cioè i 2000 metri ripetuti 4 volte a ritmo di 3'35''-3' 45''/km con un recupero di 2' 30'' fra le prove) visto che é la terza maratona dal 20 febbraio 2011(Verona ) a domenica prossima (passando per Treviso).Oggi stavo bene e la voglia di correre mi ha fatto andare sin troppo forte per i miei gusti (duemilametri percorsi rispettivamente in 7'18"-7'15"-7'12"-7'10"). Pomeriggio luminoso, caldo ma ventilato, profumi meraviglia e gambe reattive,..quasi quasi possedute.
Si, si....ma da cosa ?

Anche questa é un'altra storia.

martedì 3 maggio 2011

Il riposo del giardiniere

Dormire é una delle attivià che prediligo (tralascio di menzionare le altre per il noto codice etico che vige in di questo spazio) anche perché faccio una gran fatica ad abbandonarmi tra le braccia di Morfeo (nel senso di divinità mitologica,  figlio di Ipno e Notte, colui che sventolando un mazzo di papaveri davanti alle palpebre dei dormienti induceva in essi dei sogni bellissimi..).

Il tutto per dire buonanotte; domani, fra le altre, c'é da addentare un 4 x 2000, ...El Clasico.

Quota - 4

Rachele é tornata a scuola e, toccando ferro, speriamo che il clima caldo mantenga definitivamente lontane bronchiti e otiti. Dopo la corsa pazza di domenica mattina, ieri ho trotterellato un'ora e dieci sentendo addosso tutta la fatica del sistema solare; delle due o sono andato troppo veloce o ho sbagliato qualcosa . Tra pochi giorni avrò soddisfazione al quesito    che (non) mi toglie il sonno. Lavoro a parte, oggi ho tirato i remi in barca, ho riposato e ho fatto il contadino innescando una feroce lotta con l'erba del vialetto davanti a casa di mia nonna, gli alberi da frutto e un paio di recinzioni che non ne volevano sapere di cedere sotto i colpi del decespugliatore (o come si chiama..). Ad onor del vero c'é da dire che la piccoletta mi teneva sotto controllo, riprendendomi laddove non agivo correttamente. Tagliare l'erba é un'arte.
Questo profilo altimetrico della Maratona d'Europa mi piace di più di quello della scorsa settimana e mi toglie meno il fiato; quasi quasi mi fa impazzire.

Sweet dreams

lunedì 2 maggio 2011

Precisazione

Giuro che non sono un agente della CIA o del FBI, né tanto meno sono un appartenente a qualche squadriglia speciale d'assalto....Il post che ho messo ieri sera su questo spazio (corredato da clip video) non voleva essere una celebrazione per Barak Obama ma intendeva far conoscere il ritornello che un paio d'anni fa accompagnò (piacevolmente) la sua campagna elettorale.


Giuro,.....non sapevo che stessero andando a beccare Bin  Laden.

Una domenica nel mondo

E' stata una domenica bellissima, tutta da correre e tutta corsa, in ogni angolo del pianeta. Vicino a casa nostra, a Martellago (Ve) ha vinto l'italo (veneto) marocchino Said Boudalia che si é aggiudicato nettamente la locale "Ora di Martellago". La Maratona del Riso (Vercelli) é andata al pugliese Vito Sardella (2 h 26' e 20") che in una giornata caldissima ha corso in solitaria arrivando primo al traguardo. In Alto Adige la mezza maratona Merano-Lagundo (1500 iscritti !!!) é stata dominata dal keniano Edwin Kipyego (1 h 04' e 11") e dalla marocchina Somuiya Labani (1 h 13' e 51"). A Oklahoma City e a Vancouver (Canada) hanno vinto rispettivamente Mindaugas Pukstas (2 h 31' e 33") e il canadese Benard Onsare (2 h 19' e 59"). La Big Sur Marathon, sempre negli U.S.A (California), é andata al messicano Jesus Compos (2 h 31' e 54") che ha preceduto il formidabile altoatesino (di Falzes) Hermann Achmuller (2 h 34' e 17").

Inutile dirlo,...tutti strepitosi, tutti campioni.

domenica 1 maggio 2011

Yes, we can....



Beh,...riparliamone

Folle mattina

E' stata una domenica strepitosa, luminosa, assolata e ricca di tutti i profumi della primavera. Il mio programma di allenamento prevedeva l'ultimo test pre-maratona assolutamente significativo e "pesante": il celeberrimo 6 km + 15 km per scovare nelle gambe (e nella testa) il ritmo da tenere tra sette giorni sui quarantadue chilometri. Non ho l'abitudine di utilizzare il GPS da polso, ma in sedute come quella odierna, é "necessario" farne uso anche per un cavernicolo come me. Ho corso bene, faticando abbastanza ma riuscendo a realizzare un ritmo inaspettatamente veloce (per i miei gusti/capacità). Passaggio al 7° km in 27' e 54'' (partenza da pazzi-mi sono detto....oggi non dura) e quello al 14° in 56' e 40'' (tra poco salto in aria- ho pensato...). Ho oltrepassato il "traguardo" della mia personalissima maratonina (21097 metri) in 1 h 22' e 15'' (media 3'52"/km) e sono arrivato dalle donne di casa dopo complessivi 23 km e 60 metri in 1 h 30' netti  (3' e 54"/km). Della buona faticata mattutina mi rimane un discreto (comprensibile e programmato) mal di gambe, grande fiducia e un pizzico di perplessità sulla mia reale e autentica condizione atletica.

Maratona a 3'54''- 4'00''/km ?

Dai,......non scherziamo.