Visite

domenica 31 marzo 2013

Lunghissimo bagnato....tricolore assicurato: Asiago,..YES !!!

 
 
Alla fine di una stagione travagliata e una serie play off scudetto
impossibile da immaginare ad inizio campionato, come d'incanto
stasera materializzo il foto - post che @_SOGNAVO....

 
 
 
 
...
 
 
...
Onore alla splendida squadra del ValPellice , che ieri sera si é strenuamente
 battuta fino al secondo numero 22 dell' over time ....
...
...allorché quella vecchia volpe (dotata di bastone stregato)
ha insaccato il disco alle spalle del bravo Jordan Parise marcando il gol
della definitiva vittoria asiaghese.
 
 
Ma non é stato per niente una passeggiata, anzi...
...
E' stato un match incredibilmente entusiasmante e ricco di colpi
di scena in cui ad un primo periodo (tempo) di netto dominio degli stellati vicentini
(3 a 1), ha fatto seguito una seconda frazione di gioco in cui il Valpellice
ha praticamente messo in ginocchio i giallorossi
(parziale 4 a 1 per i piemontesi..).
 

L'ultimo terzo di gara é scivolato via veloce e nervoso
 (vero Intranuovo ? vero Bentivoglio ?)
e con varie azioni su un fronte e sull'altro....
....
...e non nascondo che ero ormai rassegnato a dover salire di nuovo
in Altopiano per gara 6 (martedì 2 aprile),
quando al 58'02" (un minuto e cinquantotto secondi dalla fine)
il solito funambolico Layne Ulmer ha piazzato l'assist perfetto per il tocco vincente
di bomber Bentivoglio che siglava così il pareggio,........ 5 a 5:
assolutamente vietato ai cardiopatici...
 
 
 
Di come sia poi finita ve l'ho già raccontato poco sopra ed appartiene già alla leggenda.
 
F A N T A ST I C I    !!!
 
 
 
Ma la lunghissima storia del trionfo dell'Asiago affonda le radici in
un bagnatissimo e molto faticoso inizio di pomeriggio (sempre di ieri)
nel quale con la socia Sabrina Roncaglia, ho corso un lunghissimo di 2h e 24'
coprendo una distanza di 30 km e 900 metri:
potevamo farne altri 100 (di metri) ma eravamo stanchi e fradici abbastanza..
...ed é andata alla grande lo stesso.
...
 
 
La pioggia battente, una (strana ma vera) fastidiosa umidità-ghiacciata
e il terreno zuppo d'acqua, ci hanno fatto faticare ancora di più del previsto....
ma tra una chiacchera e l'altra,
una pozzanghera che sembrava il lago di Como e un'automobilista da inseguire e fustigare....
...abbiamo portato a casa l'allenamento che volevamo.
 
Si potrebbe dire "missione compiuta",....ma é meglio toccare ferro...
 
...il volo verso Padova é appena cominciato...
 
Statemi bene.
 

venerdì 29 marzo 2013

Chilometri, neve e mazze (sempre da hockey).

 
La vittoria di ieri sera in gara 4 di finale scudetto della Supermercati Migross Asiago,
 vale tre match point per gli stellati vicentini contro il team di Valpellice,
 chiamato ora a una vera e propria impresa, .....
..quella di vincere tre partite in fila.
.....
E’ finita con la vittoria dell’Asiago per 4 reti a 2,
un successo sotto il segno del cinismo e dell’esperienza,
determinanti nel permettere di conquistare un punto dall’immenso significato,
valore e dall'altissimo peso specifico.
E un peso speciale lo ha avuto anche l’Odegar, pieno come non mai, e vero e proprio
uomo di movimento in più per la formazione di coach John Parco che ha saputo reagire
 dopo l’ottimo avvio degli ospiti che hanno giocato un gran primo tempo,
 senza riuscire a perforare una difesa asiaghese che ha sofferto ma che ha stretto i denti,..
.. facendo passare il momento negativo.
 
 
 
Il catino incadescente dell'Oldegar ha davvero reso la partita e l'atmosfera
incredibilmente emozionanti e adrenalinici.
Per quel poco che capisco di hockey, sino alla marcatura di Sean Bentivoglio
(al 15'57'' del primo periodo)
ho temuto che la squadra piemontese stesse prendendo pericolosamente
 le misure ai giallorossi di coach Parco...
...
...ma proprio la segnatura del canadese dell'Asiago
(avvenuta dopo soli 14'' di superiorità numerica causa della penalità
inflitta al valpellicese Tomko),
ha acceso nella mia testa (e in quella degli oltre 2500 spettatori) un'idea meravigliosa...
...
 
 
Tutto quanto é in seguito accaduto sul ghiaccio del palazzetto asiaghese
(QUI il video delle fasi salienti..)
é stata una favola che mi ha molto emozionato riportandomi indietro di
 oltre vent'anni,..
.. e che ha materializzando un finale trionfale....
....
Ma nulla é stato ancora stato vinto efra 22 ore si vivrà la quinta
avvincentissima sfida...
 
 


 
 
Ma non crediate di esservi liberati delle mie tiritere su
corse, allenamenti, programmi e malefatte varie,...
...
E' vero,...lunedì per precauzione non correrò la
Maratonina di Pasquetta a Gualtieri,....
 
 
 
 
...ma l' obiettivo stagionale (Maratona di Padova 21 Aprile)
 rimane ben saldo al centro del mirino...
 
 
...e per domani, tuoni e fulmin(e)i vari permettendo,
potrei anche sciropparmi una trentina di chilometri
da (quasi) leggenda.
...
 
Dove ? Con chi ? A che ritmo ?
 
 
 
Portate pazienza suvvia,....
....e forza Asiago..!!!
 
...
 
A presto.
 
 
 
 

mercoledì 27 marzo 2013

Burnout e mazze (da hockey); una sfida da vincere.

...
Salvo intoppi dell'ultim'ora, domani sera farò una toccata e fuga ad Asiago
per godermi il quarto atto della finale sudetto di hockey su ghiaccio
tra Asiago e Valpellice.
...
Se ieri sera i giallorossi avessero vinto in terra piemontese, la sfida di domani sarebbe potuta essere
la potenziale apoteosi scudetto 2013,....
...ma così non sarà perché il computo attuale delle gare
fra Asiaghesi e Valpellicesi
 é di 2 a 1 :
si cucisce lo scudetto sulla casacca chi arriva per primo alla vittoria numero 4,...
...quindi domani al massimo si potrà gustare una sana e robusta battaglia sul filo di pattini affilatissimi all'inseguimento di un disco da schiaffare nella porta avversaria,...
...quella dei valligiani piemontesi
(ovvio, no ?)
 
Ma non faccio completamente lo gnorri e (due - parole - due) devo spenderle per
narrare brevemente delle mie corse (faticose) di questi giorni .
Definendole faticose ho già espresso il concetto base e dominante per cui
molto oltre non vado.
Brillantezza e freschezza atletica sono momentaneamente volate via
dal mio atollo (mentale) e la voglia di far fatica é svanita dopo
le recenti avventure a Treviso e a cavallo dei fantastici  Ultra -  Colli Berici.
Sono in una sorta di burnout  motivazionale - fisico da cui mi occorrono ancora
un paio di settimane per uscire vincente.
Ad essere sincero credevo (e speravo) di archiviare prima e meglio
 le sfacchinate delle ultime tre settimane (da leoni),...
....
...ma la povera e onesta bestiolina da soma che qui scrive
ogni tanto (e sempre più frequentemente) necessita di determinanti momenti
di pausa (scarica - carica)
per poi ripartire verso nuove avventure e corse da leggenda
(o quasi).
...
 
...
Un pò mi dispiace,..ma (agonisticamente-mentalmente-fisicamente)
non sono per niente un cannibale ...
 
 
Beh,...forse é meglio cosi, no ?
 
A presto e statemi bene.

domenica 24 marzo 2013

Neve, acqua, ritmo e acconciature (only for dolls...).




Follie pseudo-sportive a parte
(partita di calcio USA - Costarica disputata in condizioni meteorologiche assurde,
anzi comiche),
sto ancora pensando alla bella vittoria della squadra di hockey dell'Asiago
che superando perentoriamente quella piemontese del Valpellice ,
ha messo una seria ipoteca sulla conquista del titolo di campione d'Italia 2012-2013
(sovvertendo ogni pronostico).
 
Tornando a questioni e argomenti a me più usuali, questa domenica sta scivolando
tranquilla e bagnata
(come previsto da giorni)
e, complici impegni di lavoro e voglia di taumaturgico calore-familiare,
dopo le sfacchinate delle settimane scorse,
oggi sto trastullandomi fra costruzioni fantastiche, puzzle,
cavallini magici e kit d'acconciatura per
(povere) bambole di pezza (e non).
...
Roba (quasi) da matti....
 

 
Ebbene si,...sono nelle mani della fatina di casa e
non sto facendo molto per sfuggire ai suoi soavi e "premurosi trattamenti"
(la cura migliore ad ogni malinconia, stanchezza e idiopatica defaillance psicofisica).
 
 
Stamattina , dopo aver faticato non poco a schiodarmi dal letto
(ad un orario da festaiolo del sabato notte),
ho preso il coraggio (e la pazzia) a quattro mani e sono uscito ad allenarmi
nonostante la pioggia e il clima molto poco invitante
(e pensare che tre settimane fa a Treviso s'é corso in canottiera....).
 
 
Riscaldamento, il tempo di capire che avrei beccato l'acquazzone in lungo e largo,
e ho spalmato un'imprevisto 3 x 3000 m. (rec.2'45') a ritmi compresi tra i 3'40'' e i 3'45''/km...
...e riportando a casa (al caldo) la pellaccia dopo un'ora e un quarto di freddo e
buona (molto buona) fatica.
Sensazioni positive e buoni pensieri in vista delle prossime avventure,..
..
- 21 aprile Maratona di S.Antonio (Padova).... ..
pettorale n°110,.........another folly.
...
Sbirciando vari siti di cronometraggio,
non posso non essere piacevolmente colpito dalle (sempre) ottime prestazioni
dei compagni di squadra de La Fulminea Running
che hanno sverniciato la Belluno - Feltre (gara da me mai provata)
QUI le loro prodezze cronometriche.
...
Da Caldaro (Half Marathon), dov'erano impegnati Elena M. e Adriano A.
mi sono giunti per via trasversale gli echi delle loro magie , ...
..rispettivamente 1h 40' e 1h 23'...
...
.....e come sempre, tutti bravi, tutti campioni  !!!
 
 
 
A presto e statemi bene.
 


sabato 23 marzo 2013

Sumptuous Asiago !!!

Nella (breve) attesa di tornare a narrare di corse vere, il mio mini-interval traininig
é fatto di un bel pò di cosine assortite.
Ma stasera mi prendo il lusso di riportare la bella notizia della
 (appena materializzata)
  SONTUOSA VITTORIA della squadra di hockey ghiaccio dell'Asiago nella finale scudetto contro quella del Valpellice.
D'accordo,....é solo gara 2 (si va al meglio delle quattro vittorie),....
....ma l'aria che tira é decisamente buona...
 
 
Mi sa che una delle sere della prossima settimana farò una capatina all'Oldegar,...
..(quanti anni  !!!)...
...festeggiare il quarto tricolore
sarebbe splendido.
...
 
Ciao Pietro,..e ancora grazie.
 
 
 
A presto.


giovedì 21 marzo 2013

Arrivederci Pietro ...e grazie.

Oggi purtroppo, dopo una lunga battaglia contro una di quelle malattie che quasi mai perdonano,
se n'é andato il più grande velocista della storia dell'atletica leggera italiana.
...
Pietro Paolo Mennea,..
la Freccia del Sud, Campione Olimpico sui 200 metri alle Olimpiadi di Mosca 1980 e detentore per 17 anni della migliore prestazione mondiale sui 200 metri (19'72'', Universiadi - Città del Messico - 1979  ed attuale primato europeo sulla distanza)
é salito laddove stanno i miti, i grandi, le leggende.
E molte persone che continuiamo ad amare.
...
Mi piace ricordarlo così,
con le immagini di quella gara alle Olimpiadi del 1980
 (boicottate da mezzo mondo)...

 
..uomo - atleta - politico - scrittore,. fisico e mente sublimi...
...chapeau...
...
...ciao Pietro ..e grazie.
 
 
La mia settimana post Ultra Trail é tutto sommato morbida e scorrevole,
in parte disturbata da un fastidioso mal di gola a cui sto già ponendo rimedio.
...
Mi sto godendo immagini, sensazioni e colori incontrati e vissuti
lungo l'anello "UltraBerico":
 tutto bello, tutto gasante, tutto (speriamo) da riprovare.
....
Tranne ieri, ho sempre corricchiato docilmente e a mente sgombra, badando a restituire
freschezza e riposo a muscoli ed articolazioni...
..in attesa di fare scattare la fase NUMERO 2 della mia stagione di corse.
...
..ma é ancora presto per definire dettagli e approcci ad obiettivi e orizzonti
medio - lontani.
 ...
Tuttavia gironzolando per quella parte di web che interessa il (mio) podismo,
l'attenzione é stata catturata da due eventi,
.....
l'uno a metà giugno (EcoMaratona dell'Alpago)
- anche in versione staffetta -
(.....)
 
 
...l'altro a metà ottobre
(lontano, lontanissimo ...ma estremamente intrigante)
 
 
....poco da dire....
 
 
 ....
....ma é un filino inutile pensarci adesso..
...troppe le cose in mezzo, mille altre cose da fare,
tante altre avventure scarpette ai piedi da gustare e vivere.
...
Ma ormai sapete che sognare é la specialità in cui vado più forte...
e quindi....
 
 
 
Statemi bene.
 

martedì 19 marzo 2013

Feste, ricordi e fantasia.....(ma anche no).

Il cuore stasera mi strattona perché molto  sensibile alle indicazioni buone,
alle frasi pronunciate per scuotere cervelli ed anime,
ai personaggi positivi....o almeno che così appaiono.
...
... 
Potrebbere sembrare un'ovvietà da libro cuore,..in realtà é l'A B C  per  stare al mondo
in maniera serena, rispettosa degli altri e amabile anche nelle difficoltà.
...
Si, Francesco mi piace e in un'epoca in cui le icone
degeneri e vergognose dominano la scena,
il pollice in su del nuovo pontefice mi sembra un segno che dà sollievo e regala fiducia...
...cose di cui viviamo in ogni istante.

Io provo a credergli,....male non fa....
 

 
In mezzo mondo oggi, 19 marzo, si festeggia la festa del papà e
la cosa, se esulasse il businnes che ci sta dietro, mi regala piccole/grandi e variopinte sensazioni.
Ripenso a papà Sergio e alla sua vita stracolma di umile e meravigliosa concretezza, di bonta,  
sento di amarlo ora come quando era accanto a noi,
rimpiango di non aver potuto stargli accanto di più durante la lunga e maledetta malattia.
E di aver perso, anche lui, tanto presto.
...
Lo amo e il risultato di molte decisioni che prendo durante questa mia porzione di vita
cercano il più possibile di indovinare e materializzare ciò che lui
(molto probabilmente)
mi avrebbe suggerito.
 
Me ne andrò anch'io da di qui senza il sollievo di sapere cosa ne pensa
di tanta parte di vita che - mi/ci - é passata accanto e anche sopra,.....quasi stritolandomi.
E questo mi intristisce fino al profondo dell'anima.
...
Ma é una ricorrenza buona per cui niente spazio ad invincibili malinconie e indigeribili bocconi.
 
 
La mia fata preferita oggi ha realizzato il capolavoro sopra ripreso,
anzi,
quello che era il capolavoro
..... visto che ce lo siamo sbaffato quasi tutto.
 
 
Parole, ricorrenze, un dolce presente, ricordi lontani e vicini,...
...questo é un post molto anomalo perché é diretto dalle sensazioni più che dalla ragione.
....
La corsa di sabato é stata una di quelle che ricorderò con maggior piacere fra quelle disputate nella mia semplice striscia di competizioni da amante della corsa...
...
...e mi piace tirare in ballo colei che, con i suoi geniali clik,
ha permesso di perpetuare un'edizione di UltraBericus davvero
con i contro-fiocchi...
...
Silvia Gianesin,..oh yes !!!
 
 
Tutto quanto riportato di seguito é frutto dell'abilità mista a passione-competenza - amicizia
che lega Silvia a tutti coloro che tre giorni fa hanno faticato sul sinuoso
 anello dell'Ultra Trail vicentino...
 
 
...runners da leggenda,...


....runner indomabile,...


....Zanze da paura,....
 
 
....la  super - socia  volante,...
 
 
...icone degne di un museo di arte e storia contemporanea...
 
 
..e un onesto masticatore di sentieri.
...
A presto .....per un programma marzo - aprile
...... da spavento.
 
 
 




domenica 17 marzo 2013

UltraBericus d'eccezione.......ma non finisce qui.

 
Impiegherò un bel pò di tempo a mandare in archivio l' UltraBericus 2013 e solo in piccola parte a causa della fatica e le molte energie dissipate fra piazza dei Signori (Vicenza) e la zona cambio a S.Donato - 34 km -  da dove é partita Sabrina in direzione del capoluogo berico.
 
 
profiloaltimetrico800x350



E' stata un'avventura affascinante e diversa dalle consuete corse su strada
 e molto differente da altre vissute su tracciati di alta montagna o fuori-strada.
Nell'ambito della gara che prevedeva anche la competizione fra staffette di due atleti
(maschile, femminile e mista)
la corsa nella corsa ha oltrepassato il significato agonistico della gara stessa:
al di là della seconda posizione agguantata nella categoria Twin Team Mista,
oltre alla soddisfazione per il risultato raggiunto,
(a distanza di 24 ore)
contentezza, un minimo di "rimpianto" e voglia di riprovarci
..dominano i miei pensieri.
...
Ultra-felice - sia chiaro - ma se avessi aggredito con brutale ferocia agonistica
l'ultimo tratto di salita verso San Donato.....
...poteva scapparci il risultato IMPOSSIBILE.
Purtroppo avevo praticamente finito la benzina
e  forse anche la fatica residua della 42 km di Treviso si é fatta sentire...
...
Ma per carità,....niente lamentele, niente piagnistei da finto deluso...
...é andata stratosfericamente bene,.....
vorrà dire che l'anno prossimo (davvero) faremo sul serio.
 
 
 
Mi auguro che le magagne fisiche che masticano adduttori (e limitrofi)
 dal 10 gennaio scorso, abbiano concluso il loro sporco lavoro...
.....perché comincio ad averne abbastanza.
Stamattina la corsa defaticante post-Ultra é stata quasi un massaggio,
una riconciliazione con giunture affaticate e gambe-tendini incendiati...
...e la cosa é stata stupefacente.
...


 
Tornando all'avventura di ieri non posso non ricordare la bellezza dei luoghi attraversati, alla piacevole compagnia di tanti amici podisti, alla splendida fatica che mi ha concesso di arrivare laddove mai ero transitato.
L'altimetria impegnativa (ma non impossibile) e un'organizzazione praticamente impeccabile,
hanno messo in scena una giornata lunghissima
e quasi perfetta.
 

 
..già, .....quasi perfetta, ...
....perché la perfezione sarà l'obiettivo dell'UltraBericus
numero 4.
 
 
Scommettiamo ?
...
A presto.
 
 
 
P.S.
Complimenti anche a tutti coloro che oggi hanno materializzzato
l'annuale StraVicenza,...
...Fulminei della prima ora, neo Fulminei e tutti gli altri.

sabato 16 marzo 2013

...metti che.......ULTRABERICUS intro

Mi piacerebbe scrivere un post interessante e compiutamente
esaustivo sullo spettacolare ULTRA TRAIL corso oggi
tra Piazza dei Signori e Piazza dei Signori di Vicenza,....
..passando da nord a sud e da est ad ovest
 gli splendidi colli Berici.
dove all'11° posto delle staffette ( e al 2° delle staffette miste) compare
una mini- mega-squadra da non credere.
 
Eh già.....
 
 
Ma per narrare di una giornata da incorniciare e di tanta fatica spesa
(e mille splendide emozioni vissute oggi)
...devo ricaricarmi un pò.
 
 
Roncaglia-Gasparotto Twin Team Misto , 2° classificato...
...
 
E grazie ancora alla sempre inesauribile Silvia G,.
...tantissime foto e un'introvabile cortesia e disponibilità.
....
Giganteschi Andrea Rigo e Alberto Tezza (4° posto nei Twin Team Maschlili)
e
indomabili Andrea Tagliapietra e Simone Turra...
..e ovviamente made in Fulminea Running Team.
..
Ve l'ho mai detto che...
 
 
A domani per un racconto d'altri tempi.