Visite

martedì 8 ottobre 2013

9 ottobre 1963......come fosse domani: 22,39....fatevi un nodo al fazzoletto.

Quanto pesa un metro cubo d'acqua ?
...
Mille chili, una tonnellata.
Le frane si misurano a metri cubi perché il metro cubo é l'unica cosa che resta fissa,
perché poi la densità e il peso cambiano.
Allora bisogna prendere questa unità di misura, l'unica cosa abbastanza certa,..
bisogna prendere i numeri, però poi occorre prendere i numeri e metterli vicino
alle cose, ai nomi, ..per vedere se scatta qualcosa.
 
 
Il 9 ottobre 1963 è una splendida giornata di sole.
La gente di Casso va e viene ancora dal monte Toc, portando via dalle case
e dagli stavoli più cose possibili.
Ma altra gente non vuole andare abbandonare le case e i beni malgrado
l'avviso fatto affiggere dal Comune....
(...)
Viene la sera e la gente, adesso, è tutta nei bar a vedere la televisione.
In eurovisione c'è la partita di calcio Real Madrid - Glasgow Rangers.....
..due squadre molto forti,..una partita da non perdere.
La gente si diverte, discute, beve, scommette sulla squadra vincente.
(...)
Arrivano le 22 e 39 minuti.
Un lampo accecante, un pauroso ed indescrivibile boato scuote la valle.
Duecentosessanta milioni di metri cubi di roccia si staccano dal monte Toc e cadono
(tutti assieme) dentro al grande lago artificiale costruito a monte della diga più alta del mondo,..
..e sollevano un'onda di cinquanta milioni di metri cubi d'acqua che spazza dalla
faccia della terra cinque paesi:
Longarone, Pirago, Rivalta, Villanova, Faé.
Duemila i morti.
...
La storia della diga del Vajont,
iniziata sette anni prima,
si conclude in quattro minuti di apocalisse con l'olocausto di duemila vittime
molte delle quali mai ritrovate.
 - Quanti corpi vuoi trovare in una valle chiusa dopo che vi sono
scoppiate dentro due bombe atomiche ? -
......
cinquant'anni dopo come fosse ieri.
. . .
la mano omicida dell'uomo arma la natura
...
- che non è cattiva, non è ingiusta,....è impassibile e basta -
 
per non dimenticare dove può arrivare la bestialità umana.
...
Il 9 ottobre 1963 era un mercoledì.
Domani.alle 22,39  fatevi un nodo al
al fazzoletto perché nessuno dimentichi tanto
orrore assassino.
...
Leggetelo,...ne vale davvero la pena.
 

2 commenti:

Desel ha detto...

Che assurdita' vero?....Italia, Africa, Giappone, America...ovunque l'uomo ha fatto disastri...Bombe Atomiche? Cavoli! Ripetiamo questa parola...Bombe?!?!...e non e' bastato. Oggi i drammi sono Bombe emotive, Strategie violente che devastano famiglie e bambini....Credo che questa sia la visione della Fine del Mondo tanto scommessa e sparlata...bha...tanta Roba. Si da Brivido. Grazie Edo per le regalarci delle riflessioni...

edoardo.gasparotto ha detto...

Forse non e' più di moda parlarne perché c'è altro di più macabramente fashion di cui straparlare ma..... siamo in piena era atomica,....quella delle coscienze e della dignità umana calpestata e devastata in ogni istante. Occhio.....il mondo e' davvero im rotta di collisione con se' stesso.
Una preghiera per il Vajont....ora come allora.
Ciao Desel e grazie a te.