Visite

sabato 30 novembre 2013

La pazienza é la virtù dei forti: che sia vero ?

Il fisioterapista nelle cui mani mi sono affidato quasi cinque mesi fa,
è diventato qualcosa di più di un semplice e bravo professionista della salute.....
...almeno della mia.....
...e la cosa non è affatto banale
vista la mia viscerale scarsa simpatia per medici,
sanitari e guaritori in genere.
...
Come dite ?
Che sono forse pazzo visto che faccio parte anch'io dell'ambiente
e ho avuto bisogno di trattamenti e cure varie ?
...
Mah,.. diciamo che (guarda un po' la novità) preferisco stare bene e non
avere la necessità di ricorrere a questo /o a quello specialista.
Anzi,.......se posso me ne sto allegramente alla larga.
 
 
Ma tornando all'ormai amico fisioterapista
- nel corso della seduta di controllo di ieri sera -  
mi ha dato notizie confortanti sullo stato di ripresa funzionale della mia schiena
e ha caldeggiato il mantenimento dell'attuale tabella di ripresa graduale
di carico degli allenamenti.
....
L'istinto mi ha sibilato qualcosa di strano all'orecchio e così ho chiesto a Piergiorgio
cosa ne pensasse di un mio ritorno a breve alla maratona.
 
 
Siccome oltre ad essere un ottimo fisioterapista è anche una persona molto educata,
non ha estratto l'ascia che tiene nascosta sotto alla scrivania, limitandosi  
a chiarirmi le idee con poche lapidarie parole.....
...
"Caro Edo,...fino ad oggi sei stato un bravo paziente e hai seguito alla lettera
quanto ti ho via via consigliato di fare.
Credo anche che i risultati della progressione
siano più che incoraggianti oltre che evidenti,.....
....
....credi valga la pena di rischiare sette mesi di riabilitazione
per tornare ai 42 chilometri quaranta giorni prima del previsto ?"
...
 
Certo che non vale la pena di buttare via tutto per seguire l'istinto
animale che vorrebbe fiondarsi in piazza de' miracoli
....
 
 
 
E quindi pazienza,..........con buona pace
dell'istinto animale e dei cromosomi da guerriero zoppo.
 
 
 
 
Tiro quindi una riga sopra alla questione Pisa City Marathon 2014
e rimescolo le carte delle molte novità della settimana che se ne sta andando.
...
Innazitutto giovedì sera (28/11)
il Consiglio Comunale di Dueville ha approvato - con voto unanime -
la delibera di adesione alla #_Charta dei Comuni_ , atto formale grazie a cui anche Dueville
entra nel nutrito novero
dei Comuni gemellati con la Fondazione "Città della speranza" ...
...
 
Y E S !
 
 
 
..superfluo che vi racconti emozioni
e la felicità che la formalizzazione di questo atto mi sta procurando.
 
 
 
Adesso viene il bello perché davvero
e tutto quanto incarnato da un "semplice gemellaggio" dovrà essere messo in pratica.
...
Vi martellerò fino all'ultimo istante per ricordarvi che venerdì prossimo
- 6 dicembre, ore 20.45 in Oratorio "S.Maria" a Dueville -
terremo una serata di presentazione dell'avvenuto sodalizio solidale,..
..
ma chi crede che si tratterà di una banale ora e mezza di bla- bla
è fuori strada,
per cui vi consiglio di non mancare perché tornerete a casa con il cuore leggero
e con una verace iniezione di fiducia per il futuro.
....
Fiducia,...cuore leggero,......
.....merce molto rara di questi tempi,
.....
fateci caso e non azzardatevi a mancare.
 
 
 
 
Di cose da raccontare ne avrei una vagonata ma come al solito
sono un po' preso con l'acqua alla gola e vi lancio solamente due -tre spot
con cui aspettare il prossimo (a breve) appuntamento.
...
 Probabilmente la mia prossima gara sarà
- valida anche come Campionato Italiano Mezza maratona Cat.Medici e Paramedici -
(anche se non so se riuscirò a resistere fino ad allora)....
 
 
...che domani mattina sfiderò freddo e salita per andare da Calvene
sino a Contrà Campana in Comune di Lusiana,..
 
 
 
...che venerdì sera vi conviene essere tutti in oratorio "S.Maria a Dueville"
ad ascoltare alcune cose interessanti
(da condividere e sapere)...
 
 
 
...e che per chi non l'avesse ancora fatto,
....è meglio che si affretti ad iscriversi
alla prossima gara dei sogni.
 
Occorre che vi dica qual'é ?
 
 
Buona domenica e a presto.


martedì 26 novembre 2013

Una giornata speciale. E se il 15 dicembre.........

Nemmeno oggi è una giornata qualunque.
Poche giornate in realtà sono giornate senza un senso,....piccolo o grande che sia.
E oggi il significato intrinseco
(e manifesto)
è enormemente importante.
Quella che e' appena andata in archivio è la
ed è una vergogna solamente stare qui a ragionare ancora su questo
ignobile ed infame problema.
...
Violenza, sopruso, omicidio,
_stalking_ a carico di centinaia di migliaia di donne
(stime paurose indicano che il 70 % di esse durante la propria
vita ha subito almeno una volta una qualche forma di violenza).
...
In Italia, nel 2013 (sino ad oggi) sono 128 le donne uccise
da "compagni" (compagni ?) infami assassini
....che stanno facendo si che l'anno in corso sia già peggio di tutto il 2012.
...
Provo una vergogna e un senso di nauseabondo imbarazzo
che non comprendo e su cui ho poco da aggiungere.
Purtroppo viviamo in un paese che permette agli omicidi di
girare liberamente per strada dopo "attimi" di prigione,
...
...viviamo in un sistema che quasi gratifica chi fa il furbo e alza le mani
contro chi non sa (o non può) difendersi.
Personalmente paragono la violenza sulle donne a quella sui bambini
(pur con connotati differenti)
e per chi si macchia di simili atrocità avrei in mente una sola soluzione.
Definitiva, secca, totale.
...
Non posso scriverla su uno spazio pubblico come questo
perché (guarda caso) passerei dalla parte dell'assalitore
 - o peggio -
del molestatore.
Sono certo che mi avete inteso alla perfezione.
 
 
 

 
 
Purtroppo temo che sia un argomento che non conoscerà mai la parola F I N E.
...
Le ultime giornate sono state dense di svariati impegni
e dalle molteplici sfaccettature e
- ciò che mi ha disorientato un po' -
(per dirla fashion)
è l'assoluta trasversalità degli eventi che mi stanno affumicando la mente.
Ma non mi lamento certo di questo.
...
Giovedì sera, in seno al Consiglio Comunale di Dueville,
ci sarà l'approvazione della delibera che sancirà il gemellaggio con 
la Fondazione Città della speranza_e non è un mistero
che il fatto costituisca una specie di spartiacque fra quanto
 inseguito, corso, meditato, costruito e sollecitato
  (in ogni forma plausibile) fino a ieri....
e tutto ciò che sarà dal 28 novembre 2013 in poi.
 
 
Sono (e dobbiamo esserlo in moltissimi) estremamente felice della
formalizzazione di un sodalizio percepito da anni fra molti amici
(conosciuti o meno)
e che aveva la necessità di trovare una definizione ufficiale e scritta.
....
Certo,...quel che conta sono le buone intenzioni e la nobiltà degli ideali,..
...ma se a ciò si fa seguire anche un solido retroterra amministrativo,
la forza dei gesti e degli intenti diventa dieci volte più robusta.
E acquista una forza gigantesca.
 
 
Tra un inghippo e l'altro,
una giornata di pioggia torrenziale e una di lavoro no - limit's,
continuo nelle mie uscite scarpette ai piedi
e le sensazioni che provo continuano ad essere decisamente positive.
Ieri ho "persino" provato un paio di salite collinari che non provavo dallo scorso luglio
durante le torride, taumaturgiche e rigeneranti passeggiate
che caratterizzarono il lungo decorso post - intervento.
...
Sto bene quindi e la cosa mi sta esponendo ad una tentazione ferocemente pressante,
una tentazione - illogica e persino alienata da sé stessa -
che mi sta tirando a più non posso verso un' avventura che dovrei
assolutamente evitare
(almeno in questo momento).
 
 
Senza troppi indugi do un nome e un cognome a questo frutto mentale
(semi - avvelenato)
che mi sta frullando in capo:
 Maratona di Pisa - 15 dicembre_....
...e forse è meglio che mi fermi qui
perché magari tutto sfuma in una bolla di sapone e riesco in qualche modo
a governare la smania di tornare
 (tanto - troppo)
presto a correre
la mia distanza preferita.
 
 
 
 
Nel frattempo, complimenti ai tanti infaticabili amici - compagni che ieri hanno
corso la Maratona di Firenze (..che fatica stare a sbirciare i vari siti
specializzati per carpire andature, ritmi, velocità, posizione,.....)
e benché qualcuno di loro non sia magari del tutto soddisfatto....
 
 
a tutti va il mio plauso (misto alla consueta benevola invidia) davvero sentito e sincero.
...
 
 
Chiudo questo post tornando per un attimo al gemellaggio in fase di definizione
fra Comune di Dueville e Fondazione "Città della speranza"
per ricordare
che venerdì 6 dicembre
- ore 20.45, oratorio "S.Maria", Dueville -
si terrà una serata di "presentazione" dell'avvenuto sodalizio,..
...
...evento a cui parteciperà fra gli altri
un apprezzato ricercatore
che lavora presso l'istituto per la ricerca
in Oncoematologia pediatrica
del Policlinico universitario di Padova.
...
Ci sarà spazio anche per note di colore, alcuni video, chiaccherate,
esperienze a 360° ...il tutto sotto ad un' unica splendida bandiera:
quella della voglia di acchiappare il sogno più grande...
 
 
..si, ..perché l'asticella è ancora molto in alto
ma nessuno dubita sull'esito della rincorsa.
 
E se volete, mettete pure la mano sul fuoco.
 
A presto.

venerdì 22 novembre 2013

Cuore, strade e scarpette da corsa: le mie inesistenti scorciatoie.

Uno dei pensieri che sta turbando profondamente questi giorni e' aggrappato ad
 _un'altra maledetta catastrofe_# che ha colpito la Sardegna e che, statisticamente (con una puntualità maledetta) soprattutto in questo periodo dell'anno, crea devastazione in qualche parte di questo nostro Paese....sempre più cementificato, maltrattato e preda di fenomeni atmosferici inverosimilmente violenti e abnormi. Detesto i discorsi del dopo ("io l'avevo detto",..."si sapeva",..."era già accaduto ma...") perché sono solo lo stupido specchio di una irritante forma di colpevolismo che attanaglia chi, nell'immediatezza di una catastrofe, quasi si sente investito da un potere ultraterreno e gode nel gettare addosso a qualcuno o qualcosa il peso di un fardello insopportabile. Sono d'accordo sul fatto che se ci sono delle responsabilità queste vadano approfondite e sviscerate in modo da evitare tanta disgrazia in futuro ma,.....ora, in questi giorni colmi di dolore e lacrime, e' più importante soccorrere ed aiutare materialmente chi ha perso tutto e non ha più nulla. Ogni altro discorso fa parte di una dialettica squallida e da cui rifuggire,..... e' tipica dei disinformatori professionisti dei nostri giorni. Degli infami.


La profumata ed aromatica scia della (magica) Mezza Maratona dei 6 Comuni, sta pian piano sfumando d'intensità anche se colori, immagini e i tanti volti sorridenti incontrati rimarranno impressi in me molto a lungo. Correre fra Villaverla e Malo domenica scorsa é stato un pò come ricominciare a scrivere le pagine di un libro interrotto 200 giorni addietro. Mi sono sentito come a casa mia e a fare una delle cose che più mi piace fare: correre.
L'aspetto meramente tecnico é passato inevitabilmente in terzo piano perché ciò che cercavo erano risposte da dare al complicato sistema che sta auto-regolando il mio recupero funzionale (cervello incluso) dopo il guaio vertebrale dell'aprile-maggio scorso.
Alla Mezza dei 6 Comuni ho percepito una buona meccanica di corsa, piacevoli sensazioni, nessun disturbo articolare o muscolare e soprattutto la giusta dose di fatica per tenere a bada i "cavalli" del motorino che avrebbero voluto galoppare a 3'50''/km.

La strada da percorrere verso un recupero pieno (e scevro da rischi di ricadute) é ancora abbastanza lontano ma ora ho un pizzico di fiducia in più........ed é ciò che cercavo.
Tra un mese (o giù di lì) se tutto proseguirà come mi auguro, inizierò a buttare il naso nel 2014 e magari a programmare qualcosa . In realtà ho già definito un paio di appuntamenti fra febbraio e marzo ma,......ora come ora, preferisco incrociare le dita e tirare dritto.


Famiglia, lavoro e studio a parte (..stavolta potrei non uscirne vivo...) gli impegni delle prossime settimane saranno soprattutto incentrati sulle serate di presentazione del gemellaggio fra il Comune di Dueville e la Fondazione "Città della speranza" (venerdì 6 dicembre, ore 20.45, oratorio "S.Maria" a Dueville) e l'incontro - sempre di presentazione-dell'ormai mitologica STRAGIAXA' RACE 2013 (mercoledì 11 dicembre, ore 20.45, Biblioteca, Thiene).



All'evento del 6 dicembre, a cui sono invitati non solo gli abitanti di Dueville ma anche tutti coloro che avranno la sana voglia di essere presenti, sarà possibile ascoltare tra gli altri, un ricercatore dell'Università di Padova che si occupa di ricerca nell'ambito di oncoematologia pediatrica. Un parere autorevole e aggiornato,...una personalità degna di essere accolta ed ascoltata.
A differenza di altre occasioni in cui malattia, solidarietà, ricerca, corse benefiche, gemellaggi, affiliazioni.....sono stati argomenti ampiamente discussi,.... sento che il primo venerdì di dicembre avrà in sè i crismi dell'unicità e dell'irripetibilità: già da ora sento un brivido gelido-caldo che mi trapassa da dentro a fuori, da testa a piedi. Mi pare che ci sia qualcuno che mi vuole dire qualcosa..ma non capisco granché. Non é un grido, ..ma piuttosto un dolce sussurro che sembra volermi raccontare per la milionesima volta una storia che conosco a memoria anche se ogni volta ha la capacità di stringermi allo spasimo quello spazio posto fra cuore, bocca dello stomaco e cervello. Ed é tutto spiegabile, comprensibile anche se a tratti sempre insostenibile.
Alberto continua a mancarmi sempre tanto nonostante le elaborate cortine fumogene che invento con buona maestria, i miei molti scritti, le mille e splendide corse benefiche, i gemellaggi, le affiliazioni....
Ho la certezza che tutto quanto mi faccio girare intorno finisce solamente con l'accarezzare una ferita che non guarirà in alcun caso e di cui non riesco comunque a farne a meno.


 La presentazione della (nuovamente mitica) STRAGIAXA' RACE 2013, leggendaria podistica del 26 dicembre a Thiene, avrà il suo svolgimento mercoledì 11 dicembre (ore 20.45) presso la Biblioteca Civica della stessa cittadina e -  credetemi - sarà un'ora e mezza di mille cose da dire, sancire e d ascoltare ......da non lasciarsi sfuggire. Per nessun motivo.

 Statemi bene, a presto.

domenica 17 novembre 2013

Mezza magia alla 6 Comuni : GRAZIE A TUTTI !!!

Una parte della (mia)_@_Mezza Maratona dei 6 Comuni_ é racchiusa nel link che
mette in moto questo post - a suo modo - unico e speciale.
Dopo quasi sette mesi, oltre a tornare ad indossare canotta e pettorale,
sono tornato a scrivere agli amici di www.podisti.net  gentili come al solito nel concedermi
una visibilità "istantanea" che fa molto piacere.
I mezzi tecnologici a mia disposizione stanno frantumandosi uno sull'altro
(che siano stati contagiati dal loro tenutario ?)
e per qualche giorno torno ad utilizzare un pc a cui sono particolarmente affezionato ma che
appartiene oramai al #_Paleozoico dell'informatica,...
.....in ogni caso, caro Presario R3000, chapeau !!!

Foto

In ogni caso credo che, tecnologia zoppa o meno, oggi il mio rientro alla corsa-vera-sulla-strada
sia stato davvero un buon ritorno,......un pò strano (ma anche no) rispetto a quanto immaginassi alla vigilia
ma certamente positivo - da mettere in bacheca al pari di un primato personale o di una impresa -
e da ricordare.
Meteorologicamente é stata una giornata perfetta (ne ricordo poche tanto splendide e dalle caratteristiche così favorevoli) così come é stato perfetto tutto: pre-gara, corsa, sensazioni e post-maratonina.
Raccontare dell'immediatezza della Mezza dei 6 Comuni meriterebbe in sè una pagina a parte (un classico 1° tempo Fulmineo - FANTASTICI  RAGAZZI/E !!!), così come lo meriterebbero le mille emozioni che mi hanno scrollato - corpo e anima - negli ultimi quarti d'ora che hanno preceduto lo sparo (a proposito di spari: ho osservato la pistola del bravo starter ,.......beh,...la mia, quella usata per iniziare la ALBERTO RACE - e che darà il via alla STRAGIAXA' -  é una pistola di un altro pianeta... ...suvvia, siamo seri !!!).
Scherzi a parte (...) é stato fantastico ricalarsi nell'atmosfera che prelude ad una gara, ritoccare con mano quei sei - sette rituali che riempiono i minuti precedenti ad una partenza....ed é stato decisamente extra's - ritrovare tanti (tantissimi) cari amici podisti che mi hanno salutato - incoraggiato e datto pacche sulla schiena (..ah,..la schiena !!!).




Scritto questo, la parte inerente alla corsa in sè merita qualche riga (infinita) ad integrare quanto lapalissianamente raccontato su www.podisti.net di questo pomeriggio: mi ero ripromesso di tenere un ritmo di corsa regolare e plausibile con le mie attuali condizioni fisico - atletiche (senza contare la necessità di scongiurare dolori o fastidi strani provenienti dalle profondita del mio fondoschiena).
E così é stato.
Ho corso in compagnia della compagna di squadra (amica e socia di corse) Sabrina R. che si é rivelata di fatto un contapassi (oltre che compagna d'avventura) oltre modo azzeccata.
Prima di partire - a far luogo da alcuni giorni - avrei sottoscritto una gara sui tempi (e sui toni) di quelli della Mezza dei 6 Comuni di stamattina e - a carte giuocate - mi ritrovo ampiamente soddisfatto.
Conoscevo bene percorso e profilo altimetrico della manifestazione per averla disputata quattro anni fa
per cui avevo preventivato che i 10 km iniziali di lieve (ma insistente) salita tra Villaverla e Thiene
andavano presi con la dovuta cautela,
così come speravo di avere ancora voglia (e benzina) sufficiente nel tratto fra Marano Vic.no e Malo perché un pò più favorevole e - soprattutto - spettacolare e da provare a correre (magari aprendo del tutto la canna del gas).


Mi é piaciuto moltissimo percepire la presenza di così tanta gente disposta lungo tutto il percorso, entusiasmo che anni addietro ho avvertito meno e ho apprezzato il sistema organizzativo della gara. Bravo Giorgio Marchesano e tutti coloro che hanno investito tempo, buona volontà, passione e soldi per mettere in piedi questo bell'evento (che mi auguro non sparisca come da varie parti ventilato).
..
Concludendo con il profilo della (mia) maratonina - rientro, posso dire che il tempo finale di 1h 30' 03" cesella alla perfezione quanto auspicavo nei miei piccoli - grandi sogni di podista incerottato e rimesso in strada: avere corso (senza il benché minimo allenamento sulla forza e sulla velocità) ad un ritmo di 4'15"/km per un'ora e mezza mi dà notevole sollievo e fiducia per il futuro.
Rispetto all'alba di stamane (o a ieri o alla scorsa settimana) cambia poco,.....perché comunque c'é un lasso di tempo da rispettare (rispetto all'intervento subito e ai carichi di allenamento) ...però ora una piccola spia verde si é materialmente accesa sul mio ideale cruscotto.
 Si,...e anche senza tirare in ballo il buon _Barack Obama#.....forse ce la posso davvero fare anche stavolta.

Oh yeah,...!



A presto perché, come canta il mio amico Piero Pelù,..
.._lo spettacolo deve ancora cominciare.

Statemi bene.
 

venerdì 15 novembre 2013

Mezza dei 6 Comuni 2013: RESTART OPERATION !

Il clima è quello ideale per correre e coincide pure con quello migliore per guarire
da acciacchi assortiti di natura muscolare, articolare o scheletrica.
E' noto che il tempo meteorologico piovoso-umido rigenera il fisico e sublima la mente.
Talvolta arma persino di buone intenzioni
chi non ne ha.
 
 
L'autunno con i suoi (bagnati) sacrosanti crismi è arrivato
ma non intaccherà il @_fine settimana (meteo)_# in cui è
incastonata la Mezza maratona dei 6 Comuni
(..poi un giorno qualcuno mi spiegherà come mai conserva
ancora tale denominazione se i comuni coinvolti sono solamente quattro..).
...
In realtà tutto passa in secondo piano perché l'evento podistico
di dopodomani rappresenta il mio ritorno al pettorale e
alla-strada-corsa-quasi-sul-serio dopo sette mesi dall'ultima gara
(Maratona di "S.Antonio"- Padova - 21 aprile).
 
 
Tutto quello c'è stato da quella data ad oggi,
è tanta ruvida strada percorsa (un passettino alla volta) per tornare
ad essere un onesto podista...ed è materia nota e rimaneggiata decine di
volte fino all'anticamera della follia.
Ma oggi non spenderò troppe parole sulla "faccenda" perché sarà
decisamente più curioso annusare quanto regaleranno i 21097 metri
che percorrerò fra una quarantina di ore
srotolati tra Villaverla e Malo.


Penso, rifletto ed ipotizzo....
..aspetto lo scorrere dell'amico tempo ma non me ne sto
facendo un cruccio particolare.
Come scritto molte (troppe) volte,
è già importante e bellissimo esserci e
- nel contempo -
verificare 2-3 cosine.
...
Mi sembra quasi di non aver mai corso nemmeno una piccola
podistica in vita mia tanto è stato il vissuto
(e il trapassato da miriadi di pensieri)
in questi lunghi ed intensi mesi di recupero riabilitativo.
Se ripercorro a posteriori l'ondulato tratto temporale compresso
(ma neanche tanto compresso)
tra la fine di aprile ed oggi,
riscopro una manciata di giorni normali,
un paio di dozzine di giorni grigio-nerastri e
una montagna di giorni strepitosamente vivi ed esplosivi.
Passare (in tempo zero) da 100 chilometri alla settimana
a 0 centimetri in 40 giorni
è stato molto poco agevole
- innaturale -
....ma, com'è ovvio che sia, dinnanzi alla non-alternativa
ogni cosa è possibile.
E si fa.


Ad oggi non so ancora cos'è rimasto di quel tale che da anni
spalmava maratone (di non molto) sotto alle tre ore
e che si sciroppava allegramente molte mezze attorno agli 80 minuti:
ovviamente, ben che vada, non sarò reperibile su quelle lunghezze d'onda
per ancora un altro po',....
...ma da qualche parte dovevo pure (ri)cominciare, no ?
...
E allora sotto con 'sta benedetta maratonina di casa nostra
e poi farò i conti con l'oste.


A fare (sempre e comunque) il filosofo del bicchiere mezzo - pieno,
mi viene da dipanare la morbida matassa delle riflessioni buone....
..e la cosa non mi risulta né difficile e nemmeno faticosa.
Credevo che stare a bordo pista e guardare gli amici correre
fosse quasi una vergogna (...) e che la cosa mi procurasse pruriti insostenibili..
..ed invece mi sono molto divertito a fare il tifo per coloro che
(anche senza saperlo e volerlo)
hanno corso al posto mio.
Paradossalmente la (piccola-grande) macchina che ha generato
la ALBERTO RACE è nata da questa estate con le stampelle
e orfana di sky races e chilometri verticali.
...
L'idea di organizzare una corsa
- la più esplosiva immaginabile -
per riunire quanti più amici possibile attorno
ad uno scopo totalmente benefico,
mi trotterellava in testa da almeno cinque anni ma mancava
sempre quel qualcosa di detonante per finalizzare il pensiero...
...mancava quella sana quota di lucida e determinata follia
per riuscire a materializzare un piccolo-grande sogno.


Alla metà dello scorso luglio si è innescata una sorta di miccia
che non si è ancora spenta o esaurita
e che è passata (e passerà) attraverso molte radure della nostra esistenza,
sia di di podisti e anche di non - podisti.
Trasversale....come il vento buono che porta refrigerio nelle torride giornate d'estate.
Mettere in piedi ALBERTO RACE non è stato semplice,
così come non è stato agevole muovere i primi passi
dopo che "l' amico chirurgo" mi aveva sfilato una bava impazzita
di midollo incastrata fra le mie ultime due vertebre.
Ma si sa,...nella vita sono poche le cose prive di difficoltà
 e la differenza nel provare (o meno ) ad acchiapparle
sta nella dose di coraggio che si è disposti a tirare fuori,
dalla quantità di rischio che si decide di correre,
dall'intensità motivazionale che arma cuore e cervello.


Cosa c'entra tutto ciò con la mezza Maratona dei 6 Comuni ?
...
Poco, niente, nulla.........pensatela come volete,
...
domenica mattina me lo potrete dire perché sarò di nuovo in mezzo a voi.



Dimenticavo,.....
.....statemi bene e....

 

martedì 12 novembre 2013

Nassiriya, corse e molto altro: the life is......

Esattamente dieci anni fa mi trovavo a Udine per lavoro.
Era in un banalissimo giorno di metà novembre,...
...ma quel giorno il consueto tran - tran quotidiano
venne lacerato da una notizia proveniente dall'Iraq, teatro di guerra e post-guerra.
 Erano le 10.40 ora locale a_Nasiriyya_ (le 8.40 in Italia) quando un camion cisterna
imbottito con circa 300 kg di tritolo (mescolato a liquido altamente infiammabile)
scoppiò davanti alla base MSU italiana dei Carabinieri
causando l'esplosione del deposito munizioni della base stessa e uccidendo 19 italiani
(Carabinieri, Militari dell'Esercito e 2 civili) e 9 iracheni.
  C'era la famigerata Al Qaida dietro al vile attacco,....ma importa relativamente.
Ciò che scosse l'anima fu l'ennesima di una infinita serie di stragi efferate e maledette.
...
Si usa dire "Onore ai caduti"
...
ma è una banalità di una guerra tanto sanguinosa
quanto insensata e infame.
. . .

 
E' abbastanza difficile in giornate come questa
 - dove la memoria fa particolarmente rumore -
trovare motivi di serenità e voglia di guardare altrove,...
....come se  ricordare tanto orrore servisse da pallida cura palliativa
contro il dolore di una strage che non sarebbe dovuta verificarsi.
Come tutte le stragi e come tutte le guerre del resto.
... 
 Guardo il conto alla rovescia sulla colonna di destra di questo blog
e scopro che fra meno di 5 giorni tornerò a correre con un pettorale appiccicato
alla canotta,....
....e la cosa un po' mi sbalordisce.





Possibile ?
Dopo tanto discorrere e tanta attesa mi ritrovo quasi impreparato e
disarmato difronte ad un ritorno ad una porzione di normalità
che stavo quasi dimenticando.
Il percorso di gara sarà il medesimo di quello della seconda edizione
(2009) per cui aggrappati allo sparo dello starter da Villaverla
ci dirigeremo verso Thiene prima e in direzione Marano - Malo poi
dove sarà collocata la linea d'arrivo.
...
Ho un discreto ricordo di quella mattina di 4 anni fa,
mattina in cui stavo preparando la maratona di Reggio Emilia (pacer delle 3 ore)
e dove assaggiai un'altimetria non impossibile ma decisamente impegnativa.
Conclusi in 1h 21' e rotti ma in me prevalse soprattutto il dispiacere per
la scomparsa (a dodici mesi dalla sua nascita)
dei restanti 21097 metri dal tracciato della gara del novembre 2008.
...
Businness, permessi, problemi di viabilità, forse qualche insana invidia
mozzarono il capo alla Maratona dei 6 Comuni......mah,...
Peccato.


Le mie condizioni fisiche sono abbastanza soddisfacenti
anche se un colossale doppio punto interrogativo domina i miei pensieri
...
e riguarda il ritmo di corsa (che non mi dia fastidio) e la tenuta sulla distanza.
Ma quello che più conta sarà tutt'altro e
(quasi quasi)
mi viene già voglia di fare festa.



A presto perché ho un paio di novità da raccontarvi.
Statemi molto bene.

 

lunedì 11 novembre 2013

Il post della prossima volta...

#_Jack Giacomo Sintini, il 6 dicembre e tantissima roba....

..ma oggi non ci sto dentro con i tempi.
Passerei dalla vergogna di Salernitana - Nocerina  di questo pomeriggio,
ma mi (e vi) reputo troppo intelligenti per perdere tempo con le buffonate.
Che schifo però.
 
A presto.

sabato 9 novembre 2013

Uno, nessuno e 21097 (metri).

No,.....il buon @_Vitangelo Moscarda_#  di pirandelliana  memoria
non c'entra nulla con il mio blog e ancora meno con questo post che va a
sbattere addosso al secondo fine settimana di un novembre
che fino a ieri sembrava aprile...




Mi volto appena indietro e riguardo per un attimo ai fatti e
alle chiacchere dei giorni scorsi e vedo tanta gente comune che vive alla giornata con grande dignità,
....
mentre incredulo rimango a bocca aperta dinanzi a statisti illuminati
dagli ATTRIBUTI_# pazzeschi
.....
e (vi sembrerà strano) ma sono ancora sbigottito dalla
 misera gentaglia che non ne vuol sapere di #_togliersi dai piedi.
Anzi dai suddetti .....ATTRIBUTI.
. . .
Credo che persino il teutonico - maledetto e innominabile  - si sarà rivoltato nella tomba:
non s'era detto "Porte aperte a _Guantanamo che meraviglia ?"
...
Bah......qualcosa continua a non tornare.

 
Ma il tema del post non è di certo la rettitudine morale della classe politica di
- noialtri povera Italia -
bensì la settimana pre - Maratonina dei 6 Comuni in programma domenica
prossima in quel di Villaverla - Malo.
Anzi,..a dirla tutta,...questo post non ha nemmeno un tema particolare
perché dopo centinaia di giorni trasformati in decine di settimane
camuffate in mezze dozzine di mesi,
tra poco più di una settimana lo scrivente andrà a testare la reale
 consistenza (di quel che rimane) del proprio apparato scheletrico ecc.ecc.ecc.
...
Non scrivo di condizione atletica o preparazione fisica
perché non mi garba un granché far ridere anche i polli...
.....portate pazienza.
 
Tra iscrizione alla gara e visita medica
per il rilascio del certificato di idoneità agonistica,
nei giorni scorsi m'è parso di essere tornato indietro di parecchi mesi
...
....ma è stata solo una rarefatta parvenza mentale che ha avuto
la sostanza della nebbiolina di inizio novembre.
Appunto.
Le mie due ultime vertebre - ed affinità varie -
(in concomitanza con le varianti bariche)
mandano segnali non negoziabili e
che non danno adito a incertezze:
 Punto.
....
Ciò nonostante la curiosità c'è.........
......al pari della voglia di esserci e di rimescolarmi alla variopinta tribù
dei tanti amici podisti che in questi mesi tanto mi hanno
fatto sentire amicizia e vicinanza.
Gran gente,....chapeau.
 
 
Ma - com'è giusto che sia - più che le chiacchere e la filosofia da due spiccioli,
sarà l'amica strada a dare il proprio inoppugnabile parere.
E come scritto qualche giorno fa,.......
....vedremo.
 
 

 
Ma il (mio) rientro alla corsa sta quasi passando in terzo piano vista la quantità, portata e qualità
delle molte cose che stanno lastricando questi ultimi 50 giorni di 2013,.......
un anno estremamente ambiguo, ricco di colpi di scena,
 di poche (ma splendide) soddisfazioni podistiche,
segnato da bisturi taglienti, stampelle e corse benefiche da fiaba......
.....o da fantascienza,....fate un po' voi perché alla
ALBERTO RACE non riesco più a dare il giusto peso ed
attribuire collocazione adeguata sulla scalinata delle cose belle
di un'annata incredibile sotto tutti i punti di vista.
 
 
Ma questi 315 giorni di 2013 stanno tirando una super - volata ad altri eventi
posti tutti sullo stesso piano pur vestendo panni differenti.
...
Sabato prossimo il gruppo Adulti Scout "Il gabbiano Jonathan L." di 
Dueville proporrà una serata gastronomico-conviviale (in Oratorio "S.Maria" a Dueville)
il cui raccolto delle offerte/cena (oltre al significato aggregante)
 andrà alla Fondazione "Città della speranza".



Proietterò un paio di diapositive e vedrò di dire tre cose sensate per illustrare
cos'è la speranza nella ricerca e come si muovono i fondamenti della onlus
vicentino-patavina nata quasi vent'anni fa.
Di fatto sarà un'altra occasione meravigliosa in cui
altre persone di buona volontà si uniranno
per un fine in cui io credo fermamente,
....
un altro tassello di un colorato ed eterogeneo mosaico che pare si stia pian piano componendo....
.....
..il Comune di Dueville che si gemella alla Fondazione,
l'approssimarsi di serate-giornate in cui sensibilizzare a tenere occhi e cuore spalancati....
..
..che colpi,
dei gran bei colpi  davvero !




Ma per oggi sono a posto così anche se è una di quelle serate
in cui le dita e i pensieri si accavallano smaniosi di libertà e
desiderosi di scappare in giro a fare casotto.
. . .
C'è ancora tanta roba, un po' di tempo, altre serate esplosive,
 una STRAGIAXA' RACE 2013
da promuovere, nutrire e poi da correre tutta d'un fiato.....
....
...anche se correre il 26 dicembre a Thiene sarà soprattutto un (meraviglioso) dettaglio:
l'anima andrà infinitamente oltre.
....
Siamo solo all'inizio,...tenetevi forte.


A presto e statemi bene.