Visite

martedì 31 dicembre 2013

Ciao 2013,..stammi bene. Avanti il prossimo.

Non mi piace troppo il momento dei bilanci e delle spiegazioni di quanto vissuto
nell'arco di un tempo appena passato.
Il 2013 che tra poche ore svanirà è stato molto denso in tutti i sensi;
famiglia, lavoro, corsa,
salute, novità, scoperte e una serie di ponti semi-invisibili tesi verso l'anno venturo...
...
E' stato un anno caotico, difficile, bellissimo,
durissimo, nuovo e irripetibile.

 
Il 2013 era iniziato all'insegna di una serie di acciacchi fisici che riconducevo
ad affaticamento e scarsità di stimoli da perseguire;
dopo una serie di ripetute in pista (10 gennaio) avvertii degli strani scricchiolii
 alla zona ileo - sacrale sinistra.
Ma non ci feci troppo caso e a metà febbraio, lasciai galoppare le gambe sulle rapidissime strade di Conegliano alla "Ventuno del Cima", valida come campionato italiano di mezza maratona per la categoria medici e paramedici.
Detto che, anziché misurare 21097 metri il tracciato sarà stato, si e no, 20 km e mezzo,
...
terminai in 1h 19' 35'' acchiappando il (virtual) titolo di
Campione Italiano di Categoria (Professionale) sulla distanza.
...
WOW !!!
 
 
...
Le magagne fisiche parvero svanire
(ma era una pia illusione)
tanto che il 3 marzo mi dedicai alla bellissima maratona di Treviso
conclusa allo sprint con il caro compagno di squadra Giacomo
col tempo di 2h 55' e rotti.
...
(Per la cronaca,....il buon Drugo mi lasciò stecchito a tre metri dall'arrivo).
...
...
Il 16 marzo, vinto dall'entusiasmante voglia di provare
un mezzo trail (versione coppia-mista)
mi trascinai un po' stancamente sui colli Berici
nella prima frazione dell'UltraBericus,
gara in cui grazie al decisivo apporto della fenomenale Sabrina R.
(decisiva nella seconda parte di tracciato)
riuscimmo nell'intento insperato - inatteso di arrivare secondi
ad un soffio dalla vittoria finale.
 
...
...
Roba da matti,...si potrebbe anche dire ...ma...
....
ma.............il grande sogno chiuso nel cassetto di una mente non del tutto sana
era partecipare alla maratona di "S.Antonio" (Padova 26 aprile)
con la convinzione di compiere l'impresa impossibile dell'anno:
correre sotto alle 2h e 50'.
...
...
Ahahahahahahahahahahahahahahah....
....
Non ci riuscii, ma soprattutto sei giorni dopo quella comunque splendida cavalcata
(che racchiuse in sè un qualcosa di inspiegabile)
mi ritrovai improvvisamente steso su una lettiga
al pronto soccorso in preda ai morsi di un non sapevo ancora cosa.
La risonanza magnetica me lo spiegò:
ernia discale L5 - S1,..intervento di rimozione della stessa.
...
Fine delle trasmissioni.
 
 
Quel che è stato dal 3 maggio scorso all'altro ieri
 è un mondo di cose e sensazioni nuove,...
..strane, brutte, incredibili...
...
e così la mia tarda primavera - estate 2013 si è riempita
di mille colori e riflessioni che negli ultimi 25 anni della mia vita (sportiva)
 la corsa riempiva normalmente.
Ho guardato moltissimi amici galoppare leggiadri ed ho un po' patito,...ma mi sono anche divertito a tifare per loro.
....
No,..non intendo ripercorrere un solo attimo di quei cento giorni di passeggiate,.....ma non perché li rinneghi o mi facciano schifo,...ma solamente perché ho scritto talmente tanto di recupero,
ripartenze, dubbi,....
..che farlo ancora (anche di striscio) mi dà alla nausea.
 
 
Da un'estate senza corse
ho trovato lo spunto decisivo per mettere in pratica un 'idea che covavo da molti anni
e cioè materializzare una corsa per ricordare Alberto e tutti quei bambini
che purtroppo incappano nelle velenose spire delle malattie più infami del mondo.
...
ALBERTO RACE
non è stato un evento ma piuttosto un modo per
gridare all'universo che, tutti insieme una briciola alla volta, possiamo  
continuare ad inseguire il sogno di mandare a remengo i tumori pediatrici.
Forse noi non avremo il privilegio di vedere quel giorno,...ma amo pensare che Rachele possa godere di questa enorme fortuna.
Quel poco che faccio in merito è finalizzato a questa sana e fantastica utopia,..
...e non mollerò un millimetro finché avrò fiato da spendere e idee da far esplodere.
 
 
Scriverei di questa corsa per una notte intera....
....ma mi rendo conto che
avrò molto da mettere insieme per l'edizione del 2014
(venerdì 5 settembre, dalle ore 18 con una corsa per bimbi che precederà quella per i runner's)
....
 
 
...
Il resto del 2013 è scivolato tra un (altro) Master iniziato ad ottobre
(con fine ottobre 2014...)
e il timidissimo ritorno alla corsa vera
(17 novembre - Mezza Maratona dei 6 Comuni - Thiene)
...
ritorno timidissimo che è stato una festa con la effe cubitale,.
..e che mi ha dimostrato di quanti amici mi siano stati (e mi siano tuttora) vicino nei mesi delle stampelle e dei (soli) post.
 
...
 
Il resto è storia di ieri l'altro con la serata di presentazione della STRAGIAXA' 2013,
la serata di presentazione del gemellaggio fra Comune di Dueville e
Fondazione Città della Speranza,
quella tra la stessa onlus e La Fulminea Running Team
...
e una bagnatissima edizione della STRAGIAXA' RACE duezerounotre.
 
E credetemi,.....
..poco importa se non c'è stata l'affluenza enorme di partecipanti a causa del cattivissimo tempo
 (chi si era pre-iscritto però......)
perché i cuori di coloro che hanno allestito e corso l'evento
hanno emesso un verdetto inattaccabile e chiarissimo:
NOI  CI  SIAMO  E  CI  SAREMO  ANCORA.
 
...
...
...
"Non c'è una strada facile fra la terra e le stelle"
...
ma appunto per questo la percorreremo tutta
(possibilmente)
attaccati alla canna del gas per fare qualcosa di buono
e continuare a divertirci.
 
 
Tanti auguri e buona vita a tutti....
...
e che sia un 2014 da favola.
 
 

giovedì 26 dicembre 2013

Stragiaxà Storm Race 2013: e chi ci ferma più ?

Doveva esserci la tempesta perfetta
(nel giorno più sbagliato)...
..e la tempesta perfetta è arrivata puntuale come un'imposta erariale.
...
L'edizione 2013 della Stragiaxà Race passerà agli annali come quella
(fino ad ora)
più bagnata e - per questo - più epica e indimenticabile.

 
Il meteo inclemente ha maramaldeggiato
sull'evento targato La Fulminea Running Team,
 pilotato dall'inestinguibile Lorenzo Bressan_BRESSDICORSA_@ e
condotto in porto grazie al supporto di una poliedrica e splendida marmaglia
di Fulminei/Fulminee e amici assortiti:
gran gente, grandi cuori
...
chapeau ragazzi,..
..siete stati davvero eccezionali, anzi,
S U P E R   !!!
 
 
I numeri ufficiali dell'evento sono in fase di elaborazione
ma a breve verranno forniti insieme alle quote dedicate alle cause
solidali che ne hanno animato gesta e fatiche.
. . .
Nel ruvido e bagnato vestito della Stragiaxà Race
mi sono sentito completamente a casa mia, tra amici ormai ultra-collaudati,
ben conosciuti e molto stimati:
cercare di combinare qualcosa di buono
"lavorando - divertendosi" in una strategia d'equipe
mi regala sempre grande tono e buon umore
e il fatto che Giove Pluvio - Christmas storm
- e quant'altro -
abbia fatto l'impossibile per renderci il tutto problematico,
alla fine è stato un banale dettaglio.
 
 
Dovevamo esssere in quattrocento alla partenza da piazza Chilesotti
ma in realtà qualcuno ha deciso di rimanersene al calduccio
(e all'asciutto)
......
ma la cosa non ha costituito un problema:
sono persuaso del fatto che il prossimo anno il gigante dispettoso
che comanda il meteo
(e che abita nella sua casetta nascosta nei boschi tra Arsiero, Posina e il Pria Forà) 
sarà buono e gentile e ci farà dono di una giornata bellissima.
Se invece dovesse persistere e mandarcene un'altra di infame
(come oggi o l'anno scorso)
potremmo decidere di andare a cercarlo e ........
 
 
 
 
Ma questa sarà storia futura
 e per adesso bado a quanto visto, assaporato e vissuto oggi.
...
L'impianto organizzativo in toto
 (dalla logistica, ai ristori,
dalla consegna pettorali - pacchi gara, chiusura - presidio strade, ecc.ecc)
mi è davvero parso all'altezza di un evento di categoria superiore,
così come di categoria superiore era (ed è) il vero senso della Stragiaxà Race:
correre, divertirsi, faticare...per raccogliere quanti più soldi possibile
da devolvere a cause nobili, giuste ed eticamente sublimi.
 
 
 
 
La strada che percorro
- anzi, che percorriamo -
è ben segnata e per quel che mi riguarda
farò il possibile per continuare a calpestarla:
quando si hanno tanti amici disposti ad ascoltarti
e si danno così tanto da fare,
tutto risulta meno impegnativo e più facile da mettere in atto.
 
 
Per quanto riguarda la (mia) Stragiaxà di corsa,
ho patito il freddo e il ritmo di corsa
(auto-impostomi)
decisamente "elevato" per le mie attuali condizioni di forma.
...
I cambi di direzione, i tratti (bellissimi) di "campestre" e la
non più abitudine a premere sull'acceleratore
..
hanno disegnato la mia condotta di gara e ne hanno definito
andature, fatica e risultato finale.
Posso ritenermi soddisfatto di com'è andata
soprattutto alla luce dei
"non allenamenti" sulla velocità
(che non eseguo da metà aprile):
credo che dalla prossima settimana ri-proverò tornare a correre
come all'inizio della primavera scorsa.
 
 
Ma oggi è il 26 dicembre,..il giorno della Stragiaxà....
...
ogni altra considerazione è davvero fuori luogo.
 
 
Grazie ancora a tutti.
 
A presto.


mercoledì 25 dicembre 2013

STRAGIAXA' 2013: buona vita a tutti.

I mm di pioggia previsti domani mattina su Thiene sono lievitati rispetto
a quanto supposto qualche giorno fa,
ma non sarà di certo una piccola @_bufera natalizia_ ad ostacolare la variopinta
torma di podisti che darà vita all'ennesima
STRAGIAXA' RACE.
 
 
Non mi dilungo sul mio e vostro Natale
perché oggi
- pur fra ricchi banchetti e lo sfavillare di mille luci -
è stato (quasi) un giorno come un altro.
Conoscete la mia filosofia
e sapete che per chi scrive su questo spazio
l'ideale maximo è
che Natale sia ogni giorno.
...
No, ...stasera niente proclami o massime ad effetto.
 
Buona vita a tutti,....
..
per ogni altro augurio vi aspetto domani mattina
in piazza Chilesotti a Thiene.
 
 
C'è bisogno di ognuno di voi.
 
 
A presto

domenica 22 dicembre 2013

Agguato alla STRAGIAXA' RACE ? Impossible.

Oltre che galantuomo,
il tempo è anche molto tiranno
e in queste settimane sono costantemente
attaccato alla (poco) fantomatica
canna del gas.
La STRAGIAXA' RACE 2013 é a un soffio,
....
e l'intrigante _imboscata meteo -di Natale_# ....sta preparandosi a rendere
il 26 dicembre un'altra data memorabile..
...
Già perché non saranno di certo 0.6 mm di pioggia
a scalfire la leggendaria marea di atleti che
giovedì mattina metterà a ferro e fuoco
le strade del centro di Thiene
per correre divertendosi
pensando a chi sta davvero lottando contro vere
e maledette tempeste della vita.
...
 
...
A presto per molto altro
aspettando Babbo Natale e
 
...
cinquecento fantastici runner's .
 
La tempesta di Natale la faremo noi.
 

mercoledì 18 dicembre 2013

La podistica del cuore: meno 7.

Fra sette giorni esatti saremo tutti quanti belli satolli e storditi da tacchini farciti,
cibarie di ogni genere, panettoni megagalattici e qualche bollicina di troppo.
Babbo Natale sarà già mollemente adagiato sulla slitta volante
- direzione nord -
desideroso di godersi i consueti 364 giorni di vacanza annuale.
Beato lui.



Natale 2013,..o natale di quando volete.....
a me cambia poco.
E' una data intrigante che evoca tutto e anche niente,
...
dalla sommità dell'_Annapurna_
all'abissale profondità della _Fossa delle Marianne_..
con in mezzo tutto.
....
Nelle occasioni di festa
- quelle vere e autentiche e quelle soprattutto buone da solo da businnes -
inevitabilmente i pensieri miei volano laddove c'era un angolo
di cielo soffice e soave
e sul quale poi è calato l'incomprensibile nero inchiostro della notte della vita.
 
Natale 2005,..la _Hiroshima di una larga parte della mia esistenza.
 
Ecco,........
.....otto anni e non percepire differenze sostanziali da quel gelido inverno
passato a rincorrere la speranza e la guarigione per Alberto:
a suo modo, quello, è stato il Natale più pregnante e significativo della
mia esistenza e me ne ricordo ogni giorno dell'anno.
E ogni istante torna ad ogni istante vissuto, agognato e sognato.
 
Continuo a trovarmi spesso fuori posto e poco a mio agio fra i bagliori
di una vita che va e che continuo a capire solo a brevi tratti,..
...
Sfioro con le labbra, annuso e accarezzo
i capelli e il vellutato profumo di pesca che
Rachele continua ad emanare da quando è piombata su questa terra.
E' un'aroma vitale e determinante,
 è il filo che mi tiene
adeso a questa dimensione,
è il gancio di sicurezza che mi permette di vivere il dolore
e fare dell'altro allo stesso tempo.....
- che è una cosa disumana -
ma a cui non ho alternativa.
. . .
L'ho scritto e pensato migliaia di volte
ma ogni volta è come se fosse sempre la prima:
la differenza dagli altri tipi di dolore sta (quasi) tutta qui.
 
 
Fra sette giorni mancheranno poche ore alla STRAGIAXA' RACE 2013
e forse più degli anni scorsi,
nell'attesa di questa edizione si avverte una sorta di
benevolo e stuzzicante peso di responsabilità.
Il sodalizio-gemellaggio appena sancito tra La Fulminea Running
e la fondazione "Città della speranza"
ha una grande importanza e sento che è vissuto dagli altri amici-compagni di squadra
con l'intensità giusta e vera,.......con la voglia (ciascuno) di dare il massimo per
preparare, correre, divertirsi e regalare qualcosa a chi si occupa
di bambini molto poco fortunati:
autismo od oncologia pediatrica,....un abisso,...ma anche no.
...importante farci caso e non voltarsi dall'altra parte.
 
Il messaggio è questo.
 
 
 
 
 
Credo che la STRAGIAXA' 2013 sia già a priori un successo,....
non fosse altro per il clamore che sta riscuotendo e le varie forze che sta
mettendo in azione:
il numero di persone che ci sta ponendo mano,
gli sponsor amici che stanno interessandosi,
gli amministratori vari che si sono immersi nell'avventura,
le evoluzioni di Lorenzo B., Pietro F.
 e tantissimi altri Fulminei/e (e non solo )
che mai come in questo 2013 sanno che la podistica
del 26 dicembre traccerà
l'ennesima svolta
e scriverà un'altra pagina di straordinaria
 runner-umanità.
 
 
Forza ragazzi,....siete davvero fantastici.

sabato 14 dicembre 2013

Stragiaxà 2013, Pisa Marathon e battibecchi: Keep Kalm....ma avanti tutta !!!

Tra un mal di gola feroce, qualche imprevisto al lavoro e un paio di impegni serali
questa seconda settimana di dicembre se ne sta andando a dormire.
Domani a Pisa si correrà la locale #_spettacolare MARATONA_ a cui mi sarebbe
piaciuto moltissimo prendere parte.
Per (quasi) puro caso qualche settimana fa ho cambiato programma e con il senno di poi,
è stato solo un bene viste le mie attuali condizioni climatico-fisiche.
Il mio più gigantesco IN BOCCA AL LUPO va ai compagni Fulminei
Alessandro P., Alberto G., Alberto T., Riccardo T., Simone T.,
e dulcis in fundo,
alla mia socia Sabrina R. che,
come tutti gli altri, venderà cara la pelle sull'asfalto toscano
e farà di certo super-bene...
e quindi.....
La presentazione della edizione 2013 della Stragiaxà Race - THE RACE INTO THE DREAM'S_
è stata molto positiva e vissuta con grande intensità dagli affezionatissimi partecipanti.
E' stato sancito l'ufficiale gemellaggio-affiliazione tra
La Fulminea Running Since 2008 e la fondazione "Città della speranza"
e il fatto in sé mi ha reso estremamente contento e carico.
...
Mi sarebbe piaciuto ci fosse ancora più gente presente all'evento
ma mi rendo conto che da una gelida sera di metà settimana
- nel cuore di dicembre -
non si poteva pretendere di più.
 
 
Grazie al TUTTO ESAURITO delle pre-iscrizioni
- e alla compiacente cortesia del sempre disponibile Giampi M. -
sono in circolazione altri 100 pettorali per chi volesse prendere parte alla mitica
corsa del 26 dicembre
(partenza ed arrivo in _Piazza Chilesotti a Thiene_@.).
Oltre all'ottimo tracciato disegnato dal fantasmagorico Pietro (Peo) Filippi
- Fulmineo D.O.C.-
credo proprio che il prossimo Santo Stefano targato La Fulminea Running
sarà da ricordare e da incastonare fra le gemme più preziose
della corsa a piedi dalla plurima valenza:
divertimento e solidarietà, meteo da brivido ma anche tanto calore umano.
...

 
 Ho trovato qualcosa da ridire circa una piccola (ma non per questo insignificante) parte dell'articolo pubblicato ieri su un quotidiano locale
a proposito del resoconto della serata
visto che sono stato erroneamente definito "consigliere" della
fondazione _Città della speranza_ ,
incarico importante e formalmente ben preciso che chi vi scrive
non ricopre (né ha mai risoperto o ricoprirà).
Mi dispiace dover ricorrere ai mezzi di comunicazione attualmente più in voga
(mail e contro-mail, social-network, ecc, ecc...)
per dare precisazioni che possono apparire banalità
....
ma vedermi affibbiato (pur in buona fede) un "titolo" 
- che non ho -
oltre che essere sbagliato è "abbastanza pericoloso" e fuori luogo per tutti,...
......per me, per la Fondazione, per La Fulminea e
anche per la Stragiaxà Race e i suoi nobili scopi.


Magari penserete che stia esagerando e voglia cercare ad ogni costo il pretesto
per scrivere o litigare con qualcuno o qualcosa....
....
ma la mia pignoleria sulla questione è figlia
di fatti avvenuti in un passato recente (2012),
un passato in cui taluni
(evidentemente male informati e ignoranti la realtà delle cose)
si rivolsero alla segreteria (e alla presidenza) della fondazione Città della speranza
per avere chiarimenti e informazioni sul sottoscritto
allorché lessero il mio nome sui manifestini/locandine pubblicitari
della Stragiaxà Race 2012 (regolarmente autorizzata dalla suddetta onlus).
...
Qualcuno pensò che fossi un insinuante
truffatore che - penetrato tra le maglie della fondazione -
voleva ricavare qualcosa.
Magari denaro.
. . .
Quando venni messo al corrente della notizia
 - peraltro con estrema gentilezza da alcuni consiglieri "autentici" della fondazione -
 rimasi molto male e per un attimo mi balenò l'idea di mollare tutto.
Non diedi seguito al mio proposito perché credevo (e credo) in ciò che stavo facendo
e soprattutto intendevo (allora come ora) dimostrare che i truffatori
sono un altra specie di personaggi
ed io non vi appartengo:
 anzi, qualora ne avessi l'occasione
non esiterò un istante a dannarmi l'anima per sbugiardarli e farli perseguire.

E se ieri mi sono lasciato azzannare dalla più classica delle
mosche saltate al naso
è stato perché
credo fermamente nella limpidezza d'agire della fondazione "Città della speranza",
credo nella bontà dei suoi scopi e ho toccato e conosciuto personalmente
tutto quanto mette in piedi e porta avanti,
...
perché credo in quello che faccio e che cerco di trasmettere ad amici (e anche non amici)
e perché la superficialità e la poca chiarezza sono tra gli atteggiamenti che più detesto
e che cerco di contrastare con il massimo della forza.
...
Non serbo rancore e non cerco né vendette né visibilità da zero centesimi,
tutt'altro.
Ho degli ottimi amici che scrivono sia su quotidiani sia sul web
e di tutti ho grande stima e fiducia
- oltre che estrema considerazione personale e professionale -
...
ma sono anche fortemente convinto che
quando servono tre parole precise per esprimere un concetto
si devono necessariamente usare quelle tre parole perché ogni sillaba
usata in meno o in più può arrecare problemi inimmaginabili
e un (apparente) dettaglio può trasformarsi in un problema.
. . .
Fidatevi,.... non sono ancora
 diventato matto del tutto.



Statemi bene, a presto.



mercoledì 11 dicembre 2013

Forconi, Giganti e una serata da incastrare nella storia.

....
chissà perché la notizia non mi sorprende
e mi regala un provvidenziale attimo di sollievo alle tonnellate di immondizia
che abitualmente ci vengono rovesciate addosso.
Al contempo provo una grande pena per gli immancabili detrattori
(perché ci sono)
che trovano comunque da fare della meschina e grottesca dietrologia
nei confronti di un (gigantesco) anziano signore argentino
(che sia di chiesa è quasi un dettaglio)
che da quando bazzica il bordo della nostra esistenza,
qualche cosa di nuovo e piacevole ha apportato.
 

 
Nemmeno i molto "pausibili" Forconi,
 espressione del malcontento di troppa gente ormai giunta allo stremo
della resistenza fisica, mentale ed economica
 - tutto quanto sta scuotendo il nostro paese da un paio di giorni ad oggi -
mi stupisce e anzi, rafforza l'idea che da tempo mi sono fatto:
potrebbe anche essere giunto il momento
che chi da anni (o una vita) sta subendo soprusi-angherie-ingiustizie
...
si sia stufato di farsi pestare i calli, essere deriso e preso a cinghiate 
da un sistema che definire _abominevole_# mi sembra 
un odioso eufemismo.
 
 
 
 
Potrebbe accadere qualsiasi cosa.
Speriamo che lo spirito buono del Papa dall'accento gentile
possa materializzare una serie di accadimenti straordinari
(sulle strade e negli stantii palazzi del potere)
evitando tragedie e dolore fine a se stessi.
Se chi ne ha il dovere-potere utilizzasse "solo" il buonsenso e il buon gusto
sono certo saremmo già indirizzati sul sentiero migliore.
...
Ma siamo in Italia purtroppo.....
..il paese del non-sense e dei paradossi estremi,
delle vergogne e delle stragi impunite.
Sembra impossibile,...ma da noi chi tira il sasso e nasconde la mano,
viene sempre premiato.
 
 
 
 
 
Non avevo iniziato a scrivere queste righe con l'intento
di fare politica spicciola o morale da due lire,... ma la pesantezza
delle cronache varie di queste ultime ore
(unita al riconoscimento del _Time_ per Francesco I)
mi hanno un po' preso la mano.
Non vado a nessuna conclusione perché in realtà ce ne sono molteplici
e soprattutto ognuno può pensare quel che gli pare.
 
 
Le ultime 48 ore mi hanno lasciato in eredità una sorta di stato
semi-influenzale contraddistinto da un raschiante mal di gola
e un senso di intontimento che non provavo da un po'.
....
Ma per carità,...c'è una scintillante serata da accendere
presso la _Biblioteca Civica di Thiene_ (ore 20.30)
durante la quale verrà ufficialmente presentata
la _STRAGIAXA' RACE 2013_  e durante cui ci sarà molto spazio per
raccontare di corse, di voglia di divertirsi e di fare solidarietà vera.
...
Evento nell'evento, sarà la firma del gemellaggio-collaborazione
tra la La Fulminea Running Team Since 2008 e la fondazione onlus
sodalizio già ufficiosamente in essere da alcuni anni
ma che da oggi in poi rivestirà anche i panni dell'ufficialità
 mediante una piccola sigla posta a piè di un documento cartaceo.
Un piccolo pezzo di storia,
un piccolo segno di buona volontà,
un privilegio enorme e un dovere che avvolge
(e avvolgerà)
quanti aderiscono - e aderiranno - alla squadra dalla canotta
GIALLO - NERA.
 
 
Per una serie di (molto) fortunate coincidenze
la mia ventilata intenzione - voglia
di prendere parte alla Maratona di Pisa 2013 (domenica 15 dicembre)
è rimasta una semplice "farfalla" della mente
perché in queste condizioni farei fatica anche ad annodarmi
le stringhe delle scarpette da corsa,....altroché 42195 metri.
...
Ma anche questa è una sciocchezza e la sto vivendo come una
piccola pausa nella decisiva rincorsa verso una fine 2013
(e mi auguro tutto un anno nuovo)
all'insegna di buona salute per tutti, discrete stille di spirito buono
e un po' di buena suerte.
 
 
A dopo,...e statemi bene.
 
 
 
 

sabato 7 dicembre 2013

Serate spettacolo e un mito da onorare: ciao Nelson.

Innanzitutto
un umile tributo è assolutamente doveroso
ad uno degli uomini più grandi di ogni tempo,
un uomo che con l'esempio e utilizzando la propria vita
ha precorso gli eventi e cambiato il corso della storia,...
...
un uomo che potrà finalmente stringere la mano a
Gandhi, M.Luther King, Karol Woytila e a pochi altri grandi
passati a miglior vita...
...
arrivederci, immenso _Nelson_#....e grazie di tutto.
 
 
Scrivere qualcosa di minimamente apprezzabile al cospetto di una
figura tanto gigantesca
è opera impossibile ed è per tale motivo che questo post
sarà stringato all'essenziale degli ultimi due-tre giorni
e accenderà solo un paio di inneschi per
il prossimo futuro,...
...
anzi,..immediato.
 
 
Sono rimasto molto soddisfatto dalla partecipazione
e dall'intensità vissute ieri sera alla presentazione del
gemellaggio fra Comune di Dueville e fondazione "Città della speranza".
.....
Mi servirebbero molte pagine sia per ringraziare coloro che hanno reso possibile
l'avverarsi del sodalizio e l'evento in sé,...
...
sia per ringraziare quanti ieri sera hanno dato testimonianza per sostenere
la causa della fondazione onlus che tanto a cuore ha
la sorte dei troppi bimbi aggrediti da malattie infami e maledette.
...
Giuseppe Bertinazzi, Antonio Brotto, il Dott. P.Bonvini, Paolo Guglielmi,
Lorenzo Bressan, Don Fabio, Giusy Armiletti .....
....
e il centinaio di presenti in oratorio "S.Maria" ieri hanno contribuito
a mettere via un po' di speranza in più e la voglia di credere nel sogno
più grande del mondo:
sconfiggere i mali che affliggono alcuni dei nostri figli
e che minano la base del futuro di tutto.
Grazie a tutti.
 
 
Probabilmente tornerò sull'avvenimento perché
per l'ennesima volta ho avuto la conferma che
tornare su determinati argomenti
- figli di un vissuto che è sempre presente -
è perennemente un tormento e un rimandare in onda
un film visto migliaia di volte.
...
No,.....la cosa non é piacevole in alcun caso,..
...
..ma sono assolutamente certo che sia tremendamente utile
per cui la rimetterò in piedi
ogni qual volta che se ne ripresenterà l'occasione.
 
 
Giovedì sera presso il ristorante pizzeria
la cena pre-natalizia de La Fulminea Running Team
ha - a suo modo - segnato una sorta di definitivo passaggio
dalla dimensione di squadra di medie dimensioni
a quella di Team di tutto rispetto anche nel numero degli iscritti
oltre che nella (ormai storicamente riconosciuta)
bontà d'intenti e voglia di correre (e far festa) ad ogni occasione.
. . .
Complimenti a Lorenzo Bressan, ai suoi più immediati collaboratori
e a tutta la splendida - eterogenea e colorata.
brigata di Fulminei e Fulminee
 
 
 
 
Non posso non scivolare leggiadro sulle mie corse (a piedi) perché tutto sommato
il programma di allenamenti sta evolvendo e mi auguro davvero di coglierne
presto i frutti (senza fare la fine della Biancaneve di turno....).
Ho pure pianificato una sorta di
mini calendario gare di inizio 2014 e,
pur consapevole che prima di tutto devo pensare
a mantenermi tutto intero,
la cosa mi ha dato quel tono "frizzantino giusto" da mettere nel motore.
E nella testa.
...
Domani mattina mi diletterò in un qualcosa di medio - lungo
(senza inventare niente di nuovo)
...
conciliando inevitabili alberi natalizi da addobbare - presepi da allestire
e mercatini da visitare.
C'è pure un elaborato (di fine secondo Modulo del Master) da buttare giù...
...e credo mi serviranno due - tre giorni
da 30/35 ore cadauno.
Qualcosa inventerò,...ovvio.
 
 
Importante avere un obiettivo, ...no ?
 
Statemi bene.