Visite

mercoledì 23 aprile 2014

El Clasico: poker con l'intrigo verso Padova duezerounoquattro.

Le bizzarrie del tempo mi fanno impazzire.
La primavera galoppante e i suoi rapidi scarti di direzione ......mi fanno impazzire.
L'ovattato scandire delle ore che mi separano dalla Maratona di Padova
.......mi fa diventare matto...
..tutte imprese peraltro molto agevoli per me.


Aprile si sta confermando periodo da temporali a 360° 
e la cosa in sè non stupisce spaventosamente chi vi scrive.
Tuttavia in questi ultimi mesi
- complici i molti impegni in cui mi sono avviato e la sfida nuova 
della quale (in parte) poco conosco e da cui ricevo sacrosante scosse elettrico-adrenergiche -
.....
mi sento profondamente suscettibile e poco incline a subire/sentire/vivere
 molteplici cose/situazioni/eventi
che non siano conformi alla mia 
(decisamente troppo)
complicata ed intricata personalità.

Umore ballerino, parziale perdita di "mordente"...
..vanno a braccetto con ferocia agonistica e determinazione inespugnabili.

Tutto e il contrario di tutto,...insomma.
Potrei semplicemente cavarmela nel definirmi 
il meteoropatico - medio,..
....ma in realtà non é così e i motivi di questa strana volubilità
albergano altrove.

E non é il caso di farne motivo di discussione qui.


Oramai quasi tutte le mie energie fisiche e mentali
stanno indirizzandosi su domenica e la sua 42195 metri
e l'occhio corre via via più maniacale 
l'unica cosa che mi interessa é che non si scateni l'estate tropicale
(come nell'edizione del 2010)
quando si sfiorarono i 30°C.
...
Pare che (come già anticipato l'altra sera) il tempo 
avrà clemenza dei podisti aspiranti ad acchiappare l'ultimo centimetro
della Maratona di S.Antonio e il clima sarà ottimale.
....
Accendiamo quindi un gran bel
 PERFETTO !

Il foglietto previsionale di Rachele sonnecchia placido nella cassettina dei segreti
e risulta essere inavvicinabile anche a me:
la guardiana dagli occhi di cielo si sta rivelando più agguerrita del previsto.
Se anche volessi manomettere "quel cronometro virtuale" 
scritto con la biro blu sabato scorso
avrei qualche difficoltà.

Meglio lasciare tutto com'é e pensare a fare rifornimento
di carboidrati e dei suoi fratelli.


Stamattina ho svolto l'ultimo autentico allenamento pre-maratona,..
..e cioè quel (per me) scaramanticamente famigerato e determinante "Clasico",
ossia la serie di 4 ripetute sui 2000 metri 
eslusivamente tese ad affamare i muscoli di glicogeno 
nel rispetto della dieta dissociata tanto cara alle mie abitudini
di lupo selvatico dei boschi.
E delle strade.

In realtà i 15 km corsi oggi (ad un ritmo in parte abbastanza sostenuto) sono serviti
soprattutto ad infierire sull'amico asfalto 
riversandovi una porzione di nervosismo di varia natura, tensione pre-gara 
e corrosiva curiosità agonistica
....che da alcuni giorni mi stanno tenendo una grande compagnia.
Anche troppo.


Parlare di sensazioni o premonizioni a poco più di 
80 ore dall'evento 
mi sembrerebbe presuntuoso e facilmente erroneo....
...
..di certo correre ha giovato 
liberandomi da una discreta quota di malumori e pensieri negativi.

Ma all'approssimarsi dell'ora X
ogni tentativo di auto-controllo e pacificazione
cadrà nel vuoto dell'inutilità.
...
E' già successo altre 39 volte,....
....non vorrete che cambi qualcosa 'stavolta, no ?



Per quanto riguarda il resto...
ieri sera mi sono velocemente recato a Villaverla dove l'amico Gimmy C.
e il suo staff ha presentato la prossima edizione della "100 & Lode"
in programma il 3-4 maggio:
..bel percorso, ottima logistica, fascino delle lunghe distanze
e dei tracciati selvatici....una meraviglia.

Quasi, quasi....


Bah,....
..forse é meglio che pensi ad arrivare integro sulla linea di partenza 
domenica mattina e soprattutto
a tagliare il traguardo sulla splendida spianata di Prato della Valle,
..la mia piazza prediletta.

Per il resto,...per tutto il resto....
(magari)
ci saranno tempi e modi migliori.


Statemi bene,..a presto.

Nessun commento: