Visite

sabato 13 settembre 2014

ALBERTO RACE é per sempre

Scrivere di quando magia, tenacia e buona volontà si incontrano
e realizzano opere speciali non é affatto impresa agevole.
...
La (s)travolgente avventura di ALBERTO RACE 2014 
- iniziata lo scorso 11 aprile e materializzata venerdi 5 settembre -
probabilmente non avrà mai fine.


Il mattone che abbiamo messo insieme nel corso di questi mesi
 - e che l'evento della passata settimana ha concretizzato -
ha portato alla raccolta di 
4500 (QUATTROMILACINQUECENTO) Euro
versati stamane sull'apposito c/c
della Fondazione Città della Speranza
....
e al di là di tanti discorsi, sogni, considerazioni, 
progetti e problematiche,
rappresenta davvero un fatto meravigliosamente stupefacente.
....
I proventi delle iscrizioni alla corsa
(oltre 500 fra adulti e bambini),
delle offerte di chi ha acchiappato il pettorale 
ed é andato a mangiare gnocchi e salame senza correre,
di chi ha offerto parte del proprio lavoro e 
di coloro che hanno donato generosamente rimanendosene nell'ombra,
hanno reso possibile questa sorta di magia
dai contorni indefiniti e a dir poco fiabeschi.

Mi sento in dovere di ringraziare ancora una volta tutti coloro
che hanno dato una grandissima mano
senza la quale non si potrebbe avere fatto nulla
(amici, amici dello staff , amministrazione comunale,
 Corri con Noi, La Fulminea Running, Pro Loco, Protezione Civile,
Forze dell'Ordine, Fidas, Scout piccoli e grandi, volontari assortiti,
sponsor tutti e qualcuno che di certo dimentico)
...
Senza il solo cuore di ognuno di loro
  ALBERTO RACE 2014 probabilmente non sarebbe stato ciò che è stato.







Immagini, colori, palpiti di centinaia di cuori che hanno battuto all'unisono
sono in buona parte raccolti negli stupendi scatti
della splendida _Caterina Soprana_
e potrete ammirarli nell'appena menzionato link.

Io qui ne ho potuti attaccare solamente alcuni
(e di qualità non eccelsa)
ma a poterlo fare ne metterei almeno mille.

Anzi,......4500 mi sembrerebbe il numero perfetto.



Questo post é in sè una mezza banalità ed é nato nel giorno stesso in cui
Alberto é stato aggredito dalla malattia nell'estate di nove anni fa...
....
....é uno scritto che parte da lontano e
affonda le radici in profondità e non avrà fine con il concludersi di queste righe
che sicuramente risulteranno legnose e pesanti da scorrere.
...
ALBERTO RACE non é
- né sarà mai -
 una ricorrenza o un evento messo in piedi per ricordare un figlio rubato
dall'infamia di una feroce malattia....
..
ALBERTO RACE sarà ogni istante trascorso a credere che davvero
la ricerca sulle neoplasie pediatriche
un giorno vincerà sul male.

Io discorro, scrivo, pubblico foto di bollettini sui vari social...
..
e continuerò a farlo finchè avvertirò l'affetto e la
vicinanza di tanti amici (conosciuti o anche no)
che la pensano (e che sentono) come la penso e come sento io le cose.
...
La mia non é pubblicizzazione di corse e marchi sportivi,
la mia non é propaganda fine a sé stessa e volta ad insegnare qualcosa,...
...
la mia non é desiderio di essere un volto noto nella battaglia
contro un nemico invisibile e assassino.
...
Io sono io,....
.....
vivo gli avvenimenti della vita a mio modo
e provo a remare contro tutto quanto non é giusto e naturale:
i bambini malati di tumore non dovranno più esserci
ma per arrivare a quel traguardo ci sarà da faticare parecchio
e mettere insieme centomila volte la cifra messa insieme
grazie ad ALBERTO RACE e i suoi sostenitori.

C'é molta utopia in questo sistema di pensare,....
ma non fa male a nessuno e soprattutto autorizza
a mantenere accesa la speranza
che un bel giorno le oncologie pediatriche di tutto il pianeta
 vengano smantellate
per lasciare spazio a coloratissime palestre in cui i bambini
trascorrano il loro tempo a correre, saltare e divertirsi.

A remengo (indispensabili) farmaci dai colori più orrendi
e nel cestino della spazzatura medicamenti e terapie stronca-esistenze.

Non pretendo di essere sempre compreso e assecondato
perché alla fine di tutte le considerazioni fatte,
c'é la mente di un papà che è stata violentemente frustata
dal più inaccettabile degli accadimenti...
...
e non é una mente equilibrata e sempre oggettiva.
L'estremismo alla speranza é il mio peggior difetto
ma non vi rinuncerò in nessun caso
e finché ci riuscirò terrò il piede premuto
sull'acceleratore.

La finish line di ALBERTO RACE 
non esiste.


Perdonate i soprastanti eccessi dialettici
e scusate le ruvidezze riflessive
in un giorno che dovrebbe essere solo di festa
per il grande risultato che abbiamo messo insieme...
...
ma talvolta il cuore ferito strattona la ragione
e manda avanti i suoi cavalli imbizzarriti.

Non potrò mai ringraziarvi abbastanza.


Dalla prossima settimana si torna
a scrivere di corsa e programmi podistici
perché nel frattempo ho ideato
due gingilli stratosferici da sciropparmi entro i prossimi 40 giorni.

Vi fidate di me ?



Statemi bene, a presto.


5 commenti:

riky t. ha detto...

Big Words !!!!

silvia pan ha detto...

...
...
Si, IO MI FIDO !!!!!

Un abbraccio

edoardo gasparotto ha detto...

Alle parole grandi e d'effetto cercheremo di fare sempre seguire i fatti concreti e le (un pò fredde ma utili) cifre sonanti e cristalline.
...
Contano i fatti e poco le super-parole,...vero Ricky ?

Un abbraccio e grazie per tutto quello che sempre fai e hai fatto per ALBERTO RACE e la sua causa.

edoardo gasparotto ha detto...

Cara Silvia,
..
il tuo aiuto (e quello della tua fantastica famiglia) é stato uno dei pilastri di ALBERTO RACE.
E non ti ringrazierò mai abbastanza.

Alla prossima.

E grazieeeeeeeeeeeeeeeeeee !!!!

Anonimo ha detto...

grazie , apprezzo molto....

Mi piace pensare che stiamo correndo tutto per raggiungere la stessa meta e allo stesso tempo spero che piú persone camminino anzi CORRANO ASSIEME A NOI....perche' davanti a certi obiettivi non possiamo solo camminare.....

alla prossima!!!
ciao
silvia pan