Visite

sabato 6 dicembre 2014

Se il countdown non fa paura inizia a preoccuparti: aspettando 21097 sospiri.

Se ad una settimana dalla Maratona di Reggio Emilia sto pensando a tutt'altro
che ai 42195 metri da correre in terra emiliana,
significa che é tutto okay.

O almeno così voglio credere.


In realtà é tutta una fandonia perché il conto alla rovescia inizierà
solamente tra qualche giorno e la calma attuale é niente meno che
la più classica e banale delle ingannevoli apparenze.
Non le amo molto,...sia chiaro,...ma per mille motivi
mi ritrovo inevitabilmente a sguazzarci in mezzo.
C'est la vie.


Tralascio - per il poco tempo a disposizione quest'oggi -
di soffermarmi a riflettere su alcuni episodi di cronaca che mi hanno colpito nei giorni scorsi
e volo idealmente a quello che accadrà domenica prossima a Reggio Emilia:
non sarà una maratona normale
(quella del Tricolore NON PUO' in alcun caso essere una 42 chilometri normale)
perchè arriva alla conclusione di un anno molto particolare
che - ad onor del vero -
era cominciato sin dall'agosto del 2013.


Sono un pò alternativo nei ragionamenti...e capisco l'eventuale
sconcerto di chi avrà la voglia di leggere queste poche righe d'intermezzo:
il mio 2014 in effetti, é figlio del 3 maggio 2013
giorno in cui sono stato operato di rimozione di ernia discale.

Potrà sembrare una mezza panzana o un eccesso ( di cervellotico) zelo,
..
ma da quel giorno per me niente é più stato come prima a riguardo della corsa.
Quindi quando scrivo che il 2014 é nato il 3 agosto dello scorso anno
é perchè mi riferisco al momento in cui ho riprovato ad essere un corridore normale
dopo il crack della schiena.

Poi, giusto per non farmi mancare nulla, ho pensato di farmi sferruzzare anche
un ernia inguinale ma...... questo non é argomento di discussione.

Punto e fine dei discorsi.


Domani correrò l'allenamento (per me) principe in vista di una
maratona e - visto che l'ho provato una quarantina di volte negli ultimi 20 anni -
credo di poterlo considerare tale a ragion veduta:
sara' un pò il barometro della mia condizione fisico-muscolare
ed anche mentale e....
e....
e....
...
..un sacco di altra roba su cui magari scriverò volentieri domani pomeriggio.

Io lo chiamo "Il 6 + 15 della domenica di vigilia" ma sarò ben felice
di narrarvene i contenuti (e le sensazioni) a bocce ferme.


A molto presto,....con alcune novità assolutamente da non perdere.

Statemi bene.

Nessun commento: