Visite

martedì 21 giugno 2016

The storm about survived (si fa per dire): a fari spenti.

Questa volta ho battuto il record
di "non-scrittura" su questo spazio
ma non starò qui ad annoiarvi con
 i perché e i come mai...

L'estate 2016 sta arrivando in queste ore dopo che
 maggio e le prime due decadi di giugno
hanno regalato soprattutto pioggia ad oso bufera e temperature sotto media:
tuttavia non credo sia una stagione anomala
e nemmeno che stiamo vivendo
un trapasso climatico particolare
perché alla fine
_da qui a fine settembre_@ faremo in tempo a rosolarci e a 
godere di belle giornate assolate.

Mi dispiace un pò per gli immancabili
profeti dalla facile catastrofe,..
....perché anche quest'anno avrà la 
propria sana ed inimitabile estate.


In queste settimane sono accaduti svariati avvenimenti
alcuni dei quali particolarmente _tragici ed efferati_
 tanto da far passare la voglia di continuare ad appartenere
alla cosiddetta razza umana:
rispetto alla violenza omicida (o non)
di (troppi) "uomini" sulle donne
non ho grandi dibattiti da aprire (o proporre) perché
sono abbastanza vicino (ahimé) a vedere un 
unico detterrente_ a tanta deturpante ignominia.

Tante parole, tanti scoop,....
....
poi a fine anno saremo ancora qui a fare la tragica conta delle vittime
e a fare similitudini con anni scorsi e proiezioni per il futuro.
Nel frattempo non cambierà nulla perché
il bravo legislatore ha ben altro a cui pensare che punire
assassini e violentatori:
le leggi ci sono (ma fanno davvero ridere) e il carnefice spesso
se la cava con ammonimenti e pochi anni di custodia cautelare....
...
poi via,......pronto ad uccidere di nuovo.


Troppo impegnati a seguire i Campionati Europei di Calcio,
2 o 3 italiani forse sono a conoscenza che
 c'é un Italia di _FENOMENI_#
che ha stravinto il titolo di Campioni del Mondo
di Corsa in Montagna sulle Lunghe Distanze:
Alessandro Rambaldini, Marco De Gasperis e 
Antonella Confortola hanno rappresentato alla grandissima
"noialtri" povera Italia di tutto
che pensa solo alle avventurose traversie di
 _Antonio Conte and friend's_

Molto meglio pensare ai nostri tre moschettieri
che hanno messo tutti i paesi del mondo in fila su un tracciato di gara
da far venire i brividi...

...
altroché Thiago Motta e _Ibracadabra_.....


Il Comitato Olimpico, a fronte di (oramai) svariate decine di casi
di atleti russi risultati positivi ai controlli antidoping
ha così tuonato:
"_Russia fuori dai Giochi Olimpici Rio 2016_"
....
ed é una notizia molto triste per lo sport in genere
(atletica in primis)
anche se ho l'impressione che il grosso dell'iceberg
"drogheria dello sport" rimanga intonso rispetto
alla decisione
del massimo organo direzionale Olimpico.

La solita stupida via di mezzo che punisce a metà
ed alimenta le strategie dei diversamente corretti.


Per quanto mi riguarda
nell'ultimo periodo ho più chiaccherato che
pensato a programmi di corsa,
ma devo ammettere che colloquiare ai vari livelli di
prevenzione-terapia dell' _arresto - cardiaco_
e di programmi solidali
 ha assorbito molte delle mie energie.


Sto continuando ad allenarmi e traggo beneficio dalle
simpatiche manate del vento sulla faccia
e dal mulinare delle gambe....
...ma ciò che mi sta venendo a mancare
 é la voglia di "mettermi in discussione e faticare"
....
Dopo la Maratona di Padova (17 aprile) non ho più gareggiato
e il desiderio di farlo non c'é nemmeno adesso.


Bah,.....
..vado avanti a fari spenti
tanto sono sicuro che presto o tardi
il fulmine della
tempesta - perfetta
mi indicherà nuovamente la strada smarrita.

...
..o anche no.


Statemi bene, a molto presto.


V A M O N O S    !!!

Nessun commento: