Visite

lunedì 16 gennaio 2017

#The_Blue_Monday_(80anniPassatiInvano)

Niente da dire,.
transennata dagli amici  della vicina Serbia passando per
Grecia, Turchia ecc.ecc.
sta rivelando delle immagini (situazioni vere) che rievocano
 istantanee viste fra il 1936 e il 1945 nel nostro
bello ed accogliente contintente europeo.

Evito i confronti storici
e non tiro in ballo chi e che cosa si stava
consumando nel vecchio continente 
in quei macabri anni di odio, guerra, terrore e morte:
per taluni aspetti
- nel nostro sfavillante Millennium-
costellato da tanta insulsa ignorante miopia etico-morale
e insanguinata in lungo e largo da stragi di ogni tipo,
...la situazione é orrendamente
 simile
da far paura.


E non c'é da essere d'accordo,
od avere soluzioni da percorrere per risolvere
il dramma di chi scappa dalla guerra
e di chi si trova questi poveri esseri umani
sull'uscio di casa e non sa cosa fare.


Non sono uno storico e nemmeno uno stratega
ma credo ci sia una via di mezzo fra un barcone partito
dal nord Africa,
una colonna di disperati sotto alla neve in attesa
di un piatto di minestra
e
il desiderio di vivere in pace senza fomentare razzismo,
estremismi di ogni genere e malsano populismo
da anni '20 (secolo XX).


E' ormai noto come 'Blue Monday' e cade inesorabilmente 
il terzo lunedì di gennaio
sembrerebbe essere il giorno peggiore e più triste di tutto l'anno, 
e si 'celebra' oggi.
 Nasce da un calcolo matematico ma sono varie, secondo gli esperti, le ragioni che
 porterebbero al picco della tristezza proprio in questa giornata. 
Alla vigilia del 'fatidico lunedì', psicologi e psichiatri invitavano però a guardare
le cose da una diversa prospettiva, ma anche a 'valorizzare' un sentimento
 come quello della malinconia, non solo e sempre negativo.
Oltre al meteo, a rendere questo il giorno più triste dell'anno
 inciderebbero anche le spese accumulate durante il precedente periodo natalizio, 
la mancanza di soldi in attesa del prossimo stipendio, 
la presa di coscienza dei propositi per l'anno nuovo.
 Ma anche la tristezza è un'emozione da vivere e, in qualche modo da rivalutare. 

Si..insomma,...un altro pò di gossip - show bussiness
visto che Babbo Natale ha ormai lasciato le
 latitudini terrestri.......


Mille altre novità si accavallano nella mente ma
sto procedendo a vista e non mi inoltro in altre discussioni
nè scrivo di progetti e percorsi futuri.....

Di certo ci sono e mi piace coccolarli
prima di disseminarli in aria.......


A presto,....e statemi bene..

mercoledì 4 gennaio 2017

Un #2017 a caccia di buona sorte &... Ciao

Dove eravamo _rimasti ?


Se qualcuno si era fatto delle illusioni che allo scoccare
della mezzanotte dell'anno nuovo
tutto venisse avvolto da
benefiche nuvolette soffici e colorate
...
purtroppo é già stato "accontentato".

L'assassino di turno non ha tardato che pochi minuti
per provocare l'ennesima strage maledetta.

Dovrei fare un copia-incolla di una piccola porzione
dell' ultimo post in cui ho materializzato il
 triste riferimento alla miriade di
eventi che hanno insanguinato il 2016......
....ma a nulla servirebbe e niente si sposterebbe di una virgola.


Tra pochi giorni anche questo strano giro di festività natalizie
vedrà il suo tramonto
e lucine colorate, ressa ai
megagalattici centri commerciali
e incontrollati acquisti di regali pro-25 dicembre
dovranno attendere altri dodici mesi
per ravvivarsi nuovamente.


Per quanto mi riguarda
- più che in tono minore -
é stato un periodo costellato da inderogabili
necessità familiari legate alla salute
(nulla di irreparabile)
 che molto hanno contribuito a camuffare
lo scintillio e la gioia esplosiva che Babbo Natale
fortunatamente porta con sé:
tutto sommato é andato tutto bene,
anzi, per i miei gusti,
aver evitato qualche soffocante
 ritrovo - cena - convivio natalizio
ha giovato alla mia già precaria sanità mentale.

Insomma,
Evviva Babbo Natale,.......ma con juicio.


Sono molto tentato dallo scrivere sull'attualissimo problema
relativo all'incidenza della _Meningite_ e dall' enorme allarme
che sta destando in queste settimane invernali
(situazione che peraltro si sta ripetendo ciclicamente da molti inverni):
da più parti arrivano gli appelli a
vaccinare i bambini e le frange di popolazione
 più fragili e a rischio,
...
dall'altra ci sono alcune industrie farmaceutiche
 che hanno fatto affari d'oro
vendendo quantità enormi di vaccini:
le dosi di vaccino anti-meningite fornite alle asl sul territorio nazionale
 sono più che raddoppiate, 
facendo registrare un +130%,
nello scorso mese di dicembre, a seguito del clamore suscitato
 dai casi registrati in varie regioni italiane.


Servirebbero la giusta dose di equilibrio e buon senso,...
...e servirebbe non lasciarsi perennemente travolgere
dalla catastrofica _pandemia_dell'anno.
 In queste ultime settimane i casi di meningite registrati
 hanno fatto notizia pur non essendo in eccesso
 rispetto alla media normale e al trend storico.

 E' insomma scattata la consueta psicosi ed la corsa disordinata
ai vaccini che spesso non è giustificata.


Tuttavia non é giustificato
nemmeno
 l'atteggiamento contrario,...
perché i neonati/bambini e i casi a rischio
vanno affrontati con gli strumenti che la medicina
- per fortuna -
mette a disposizione alla collettività:
avere paura dei vaccini ed evitare di sottoporsi ad essi
(tutti i vaccini predisposti per i bambini dalla nascita in poi)
e seminare il panico sul fatto che 
gli stessi presidi medici
causino malattie e deformità apocalittiche
é
quanto di più stupido ed insensato che 
un genitore/tutore/persona responsabile
possa concepire.


L'anno nuovo é iniziato sotto l'insegna
dello _strillone ligure_ (che ormai ha abbastanza stufato)
e dell'avvento _della vecchietta volante_
che sembra porterà gelo e temperature artiche su gran parte d'Italia.....
....
e del resto se non gela ad inizio gennaio.....



Per le mie amate corse mi sto organizzando e
- niente niente -
potrei davvero salire in Altopiano a provare il
_Winter Ghel Trail_domenica 29 gennaio_Gallio(Vi)
....

Nel frattempo vi auguro buon proseguimento di settimana,....


... salutatemi la vecchietta
sulla scopa volante.