Visite

lunedì 16 gennaio 2017

#The_Blue_Monday_(80anniPassatiInvano)

Niente da dire,.
transennata dagli amici  della vicina Serbia passando per
Grecia, Turchia ecc.ecc.
sta rivelando delle immagini (situazioni vere) che rievocano
 istantanee viste fra il 1936 e il 1945 nel nostro
bello ed accogliente contintente europeo.

Evito i confronti storici
e non tiro in ballo chi e che cosa si stava
consumando nel vecchio continente 
in quei macabri anni di odio, guerra, terrore e morte:
per taluni aspetti
- nel nostro sfavillante Millennium-
costellato da tanta insulsa ignorante miopia etico-morale
e insanguinata in lungo e largo da stragi di ogni tipo,
...la situazione é orrendamente
 simile
da far paura.


E non c'é da essere d'accordo,
od avere soluzioni da percorrere per risolvere
il dramma di chi scappa dalla guerra
e di chi si trova questi poveri esseri umani
sull'uscio di casa e non sa cosa fare.


Non sono uno storico e nemmeno uno stratega
ma credo ci sia una via di mezzo fra un barcone partito
dal nord Africa,
una colonna di disperati sotto alla neve in attesa
di un piatto di minestra
e
il desiderio di vivere in pace senza fomentare razzismo,
estremismi di ogni genere e malsano populismo
da anni '20 (secolo XX).


E' ormai noto come 'Blue Monday' e cade inesorabilmente 
il terzo lunedì di gennaio
sembrerebbe essere il giorno peggiore e più triste di tutto l'anno, 
e si 'celebra' oggi.
 Nasce da un calcolo matematico ma sono varie, secondo gli esperti, le ragioni che
 porterebbero al picco della tristezza proprio in questa giornata. 
Alla vigilia del 'fatidico lunedì', psicologi e psichiatri invitavano però a guardare
le cose da una diversa prospettiva, ma anche a 'valorizzare' un sentimento
 come quello della malinconia, non solo e sempre negativo.
Oltre al meteo, a rendere questo il giorno più triste dell'anno
 inciderebbero anche le spese accumulate durante il precedente periodo natalizio, 
la mancanza di soldi in attesa del prossimo stipendio, 
la presa di coscienza dei propositi per l'anno nuovo.
 Ma anche la tristezza è un'emozione da vivere e, in qualche modo da rivalutare. 

Si..insomma,...un altro pò di gossip - show bussiness
visto che Babbo Natale ha ormai lasciato le
 latitudini terrestri.......


Mille altre novità si accavallano nella mente ma
sto procedendo a vista e non mi inoltro in altre discussioni
nè scrivo di progetti e percorsi futuri.....

Di certo ci sono e mi piace coccolarli
prima di disseminarli in aria.......


A presto,....e statemi bene..

Nessun commento: