Visite

domenica 14 febbraio 2016

15 ottobre 2016, la corsa per il domani: Always a special day !





Nei giorni in cui il caro amico Antony é ritornato a casa
dopo aver rischiato l'osso del collo a causa della colpevole
negligenza di un (né più e né meno)  pirata della strada
(ah,...........a proposito,....
... caro non-amico pirata,..
..le scuse informali ai due investiti.. almeno le vuoi fare
prima di finire comunque davanti 
ad un giudice ?)
...
nei giorni in cui l'inverno si fa sentire con il suo
nocciolo duro dopo tre mesi pseudo-primaverili,
...
capita anche che domani si ricordi-suggelli una delle molte
-#Giornata Mondiale_ questa volta contro il cancro nei bambini.


Il 15 febbraio si celebra la XIV Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile
(International Childhood Cancer Day, ICCD).
L’iniziativa  è stata ideata da Childhood Cancer International - CCI,
rete mondiale di 181 associazioni locali e nazionali,
guidate da genitori, provenienti da 90 paesi e 5 continenti
per aumentare la consapevolezza e l'informazione sul cancro nell'infanzia
 e per esprimere sostegno ai bambini e gli adolescenti colpiti
da patologie così gravi e alle loro famiglie.


Ogni anno in Italia circa 1380 bambini e 780 adolescenti
si ammalano di tumore, pari a 164 casi per milione di bambini
 e 269 casi per milione di adolescenti. Questi tassi d’incidenza
sono ancora relativamente elevati, se paragonati a quelli registrati negli Stati Uniti
e nei paesi dell’Europa settentrionale.
Un dato incoraggiante è che l’aumento dell’incidenza dei tumori infantili registrato in Italia fino alla seconda metà degli anni ’90 si è arrestato.
Nell’ultimo decennio l’andamento dell’incidenza di tutti i tumori maligni nei bambini
(età 0-14 anni) è stazionario.
 Negli adolescenti (età 15-19 anni), al contrario, l’incidenza di tutti i tumori maligni
è aumentata in media del 2% l’anno: soprattutto nelle femmine (+2%),
per lo più linfomi di Hodgkin, mentre in entrambi i sessi si registra un aumento dei tumori della tiroide (+8%) .


Grazie alla ricerca biologica e clinica e all’uso di
 protocolli cooperativi nazionali ed internazionali sempre più efficaci,
 la probabilità di guarigione in oncoematologia pediatrica
- che negli anni ’70 era inferiore al 40% -
supera attualmente l’80%.
Purtroppo occorre sottolineare che, mentre in alcune patologie 
la sopravvivenza supera il 90% dei casi, in altre i risultati sono molto inferiori: 
su queste occorre intensificare l'impegno e la ricerca scientifica. 


Perdonatemi se vi ho un pò annoiato o "spaventato" con nomi
di malattie terrificanti e freddi numeri da paura,...
ma ho traslato su questa misera pagina
solamente la realtà da alcuni conosciuta 
(purtroppo)
sin troppo bene.

#PerchéUnGiornoNonSuccedaPiù


Per andare ad argomenti piu' malleabili
mi piace ricordare che oggi si é corsa l'ormai
classicissima _Mezza Maratona di Giulietta e Romeo (Vr)_
che con i suoi oltre 7000 classificati
rappresenta una delle manifestazioni più partecipate
e riuscite dell'intero panorama nazionale.

Complimentoni ai tantissimi amici podisti partecipanti
 e all'impeccabile staff organizzatore messo a dura prova
da una giornata meteorologicamente infame:
chapeau !


In questi giorni sono riuscito ad allenarmi discretamente 
ma al di là della (non) qualità degli allenamenti stessi,
ho trotterellato senza quel fastidio alla coscia destra
(ai confini con il dolore)
che da troppo tempo mi assilla(va).

Mi auguro di dare corso alla mia straripante voglia 
di "pettorale" sin dalla _fine di febbraio....(?)
e poi pensare a qualcosa di più "consistente fra marzo ed aprile;
ma già essere qui a fare "briciole di programmi"
é un successo.

E' talmente un successo che tocco ferro e mi riempio tasche
e borselli di ogni genere di amuleti portafortuna.


Vi auguro buona settimana,
..
statemi davvero molto bene.

Nessun commento: