Visite

ALBERTO RACE 2019

ALBERTO RACE

venerdì 31 agosto 2018

ALBERTO C'È

No, per oggi basta,....non ce la faccio.

Il giorno prima della corsa di Alberto 
non é un giorno normale,....
é un giorno semplicemente aggrappato all'infinito
che aderisce al passato e
con la medesima ineluttabilita'
 va all'ultimo dei miei giorni:
é costantemente il 4 luglio,
é sempre sabato 8 settembre,..
...
e ogni istante replica inesorabilmente sé stesso e
ogni soffio della mia spaccata esistenza


ALBERTO RACE
non è una commemorazione
ma un simbolo/baluardo
_un po' virtuale e molto no_
che si può provare a
sopravvivere alla morte di un figlio,
...
che si può coltivare un sogno difficilissimo,
....
che si può NON perdere la fiducia
nella vita anche se a volte avresti voluto
togliere il disturbo.

ALBERTO RACE è più semplicemente
Alberto e basta,
.. quel bambino extraterrestre che
a tre anni si muoveva
e faceva OGNI cosa a velocità
ed intensità quadruplicate
rispetto al normale.

E se così era
il motivo si è rivelato maledetto.



Rachele è la sua ricomparsa
 a questo mondo
...
perché nonostante si atteggi
(giustamente)
 da donnina senza alcuni dubbio,
...
in fondo all'infinito dell'azzurro
dei suoi occhi spacca cuori
c'è l'irremovibile sguardo di Alberto.

E non è una suggestione :
quante sere ho trascorso accarezzando, scrutandola
felice e incredulo....
... quante volte la sua indole battagliera
ha in modo indiscutibile
materializzato il suo sfortunato fratello.

Alberto (race) è un pretesto
per fare qualcosa di buono
ma non è una
festa di compleanno...
.. casomai è la festa di tutti coloro che
credono sia possibile tutto questo, ..
cercando di sperare
che un giorno
_non impossibile_
si possa NON parlare più
di infanzia martoriate
ed esistenze sbriciolato.


Domani in lista
c'è la dizione
FARE FESTA PER ...


CHE COSA ASPETTIAMO ? ??

Vi aspetto,... avanzate
un abbraccio al cuore. 

venerdì 24 agosto 2018

Rombo di Tuono,.. chi era costui?

Piccola storia tonante... 



L'artrodesi delle vertebre lombari permette di unire le ossa del tratto lombare della colonna vertebrale con o senza l'inserimento di impianti (viti, uncini, barre, placche) di metallo (acciaio o titanio) o non metallici. Perché l'unione sia solida è necessario un innesto di osso, che può essere prelevato dalla cresta iliaca, dalla tibia o da una costa del paziente o di un donatore o essere di origine sintetica.

Chi può effettuare il trattamento?
L'artrodesi delle vertebre lombari è indicata in caso di instabilità della colonna vertebrale, degenerazione dei dischi intervertebrali o fratture.

Qual è l'ospedalizzazione richiesta?
L'approccio per via anteriore prevede di praticare un'incisione nella parte sinistra dell'addome o, in alternativa, al centro. Nell'approccio per via posteriore viene invece eseguita un'incisione centrale sulla schiena. L'intervento viene eseguito in anestesia totale operando sul dorso del paziente. Si tratta di un'operazione lunga che richiede di rimanere in ospedale da 2 a 5 giorni.

Quali sono i vantaggi dell'artrodesi delle vertebre lombari?
L'approccio per via anteriore offre il vantaggio di non intaccare né i muscoli della schiena né i nervi. Inoltre sembra garantire risultati migliori. L'approccio per via posteriore ha invece successo solo nel 60-70% dei casi. Risultati migliori si ottengono in presenza di una chiara instabilità dovuta a una frattura o a spodilolistesi.

L'artrodesi delle vertebre lombari è un intervento doloroso e/o pericoloso?
L'esperienza del chirurgo e la specializzazione dei centri presso i quali viene eseguita l'artrodesi delle vertebre lombari è fondamentale per garantire il successo dell'intervento. Il rischio principale è che l'innesto non guarisca o che vada incontro a dislocazione (più frequente in assenza di impianti). Inoltre è possibile un danneggiamento dei vasi sanguigni diretti verso le gambe, dell'intestino o dell'uretere e, nel caso degli uomini, di eiaculazione retrograda (per interventi in prossimità delle vertebre L5 e S1). Fra gli altri possibili rischi sono inclusi ernie, danno al diaframma, ai reni, alle radici del nervi o al midollo spinale, emorragie e infezioni.


Che barba però ....
.. ma cosa vi sto mai raccontando a
8 giorni dal giorno
più straordinario dell'anno?

Niente gloria
senza sofferenza...

Y

A N D I A M O !!! 

venerdì 17 agosto 2018

14 giorni alla sfida finale: let it bet ?

La querelle del mese e dell'anno
sta entrando nelle ultime 
incandescenti  settimane d'attesa.....
..anche se di attesa non si può davvero parlare 
vista la quantità di 
dettagli 
piccoli ed ENORMI
da sistemare prima del


L'unica cosa certa é che
NON CI SARA'
 un'altra edizione per cui 
questa sesta EDIZIONE
avrà il compito di chiudere nel modo migliore possibile
il fantastico filotto iniziato
quell'impossibile venerdì 4 settembre 2013.

Nel frattempo 
vorrei sfatare il tabù dell'infortunato cronico
e correre qualcosina in questo agosto caldo
ma che già inizia a dare segni di declino......
....ma tranquilli,...l'ultimo giorno del mese sarà baciato dal sole 
e da temperature da sogno......

Giusto perché avevo la schiena in mille pezzi
- a causa di una genialata consumata da chi vi scrive
tre giorni prima -,
lunedì 13 mi sono avventurato nella
ANGURIARA RACE
(Fara Vicentino, ore 19.30),
...una 8,4 km che non aveva un centimetro uno
di percorso pianeggiante.



Mi sono divertito un sacco
grazie soprattutto al clima intimo e di festa che
si respirava prima, durante e dopo la manifestazione
ed stato un peccato aver dovuto correre
con la terribile paura di cadere
lungo i lunghi, bagnati, erbosi ed insidiosi tratti in discesa
perché
- in tempi ormai troppo lontani -
avrei aggredito con altro piglio
i tratti in salita e quelli a discesa verticale
lungo campi zuppi d'acqua.

Il panorama che si poteva ammirare nella seconda tratta di gara
- da nord verso sud rispetto alla piazza di Fara Vicentino -
é stato qualcosa di indescrivibile visto che
la madre di tutte le tempeste
pareva stesse per spazzare via dalla faccia della terra
colline, case e qualunque cosa sul suo teorico percorso.

Alla fine ho concluso senza prendere una goccia d'acqua
e scappandomene via prima che si scatenasse
il diluvio universale
(che in compenso ho beccato in automobile nel tragitto verso casa).

Mi auguro che nel 2019
ANGURIARA RACE
trovi ancora spazio nel calendario podistico
perché ho percepito un sano entusiasmo nei ragazzi
che hanno reso possibile il
piccolo ma davvero carino evento podistico.

Quel che accadrà nel prossimo futuro
mi é davvero
molto poco chiaro
anche se domenica prossima,.......


Per riparlare di
ALBERTO RACE
ci sarà tempo e soprattutto modo
per spiegare modi, tempi, location
e
soprattutto l'intento
che é comunque chiaro a tutti
(per fortuna).


....e stavolta 
Nemo  finirà per sbranarsi il pescecane...
..

let it bet ?


giovedì 9 agosto 2018

ALBERTO RACE & collaterali...........VAMONOS !!!


Questo agosto é per ora particolarmente bollente e difficile:
mal di schiena a parte
(frutto di una stupida furberia di ieri pomeriggio)
ho in programma alcune corse per scaricare un pò della
sana tensione che mi sta traghettando verso
il fatidico venerdì 31 agosto...
...
in cui ALBERTO  RACE andrà in scena per 
la sesta volta.

Come gli anni scorsi sto incappando in novità, delusioni 
e bellissime scoperte e collaborazioni...
...e alla fine sono certo che ne uscirà un bell'evento
al di là del numero dei partecipanti
e di quanto riusciremo a raccogliere:
OVVIO che mi auguro che ci siano
molti partecipanti e che le offerte siano generose....
..però ciò che più mi preme
é che si continui ad alimentare la sensibilità
verso le problematiche che coinvolgono
bambini malati di cancro
 e delle onlus
che si fanno in quattro per agevolare bimbi malati e le 
rispettive famiglie.

ALBERTO RACE esiste solamente per questi motivi
e
il sogno é contribuire ad avvicinarsi al sogno che 
un giorno tutte queste malattie
rimangano inchiodate esclusivamente 
sui libri di medicina e non su letti d'ospedale.


Lunedì 27 agosto terrò la consueta presentazione di ALBERTO RACE,
serata in cui sarà possibile iscriversi alla corsa-evento-raccolta fondi
e
durante cui ciascuno di noi avrà modo di sentire
la vocina del cuore che ci sussurra di dare retta
alla MISSION di ALBERTO RACE.


Lunedì prossimo quasi certamente parteciperò 


.....sempre che ALBERTO RACE MISSION
(e la mia schiena)
non mi facciano scherzi.


Beh,...per oggi ho finito
anche se mai come quest'anno
ho decine di argomenti di cui scrivere_parlare...

Ma per questo ci sarà tempo 
LUNEDI 27 agosto
(oratorio S.Maria, Piazza Monza Dueville, ore 20.45)


E PRE-ISCRIVETEVI
.....
che i pettorali sono
TUTT'ALTRO che infiniti...