Visite

mercoledì 27 gennaio 2016

La vergogna di essere uomini - #PerNonDimenticare

ARBEIT MACHT FREI = ECCIDIO SENZA SENSO


Oggi, mercoledì 27 gennaio si celebra la giornata della memoria 2016, 
a settantuno anni di distanza dall'abbattimento dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz e la seguente liberazione 
del più grande campo di sterminio voluto dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. 
L'Italia ha instituito nel 2000 il giorno della memoria, per far si che si possa ricordare per sempre quanto accaduto, evitando così che possa ripetersi una catastrofe simile.

In realtà la giornata della memoria
dovrebbe essere ogni giorno
perché ogni giorno la coscienza umana 
deve evitare ogni abominio contro
altri esseri umani
qualunque siano le differenze etniche,
 religiose o storiche.

Un eccidio maledetto non avrà mai un perché.


Si sente spesso parlare della Shoah, riferendosi a questi fatti ed 
"approfittando della Giornata della Memoria 2016" è giusto informare e far conoscere
 anche ai più giovani questi fatti.
 ll termine Shoah è la parola con cui in ebraico si indica una catastrofe
Il significato letterale è catastrofe, ma ad oggi ha sostituito la parola Olocausto, 
che un tempo veniva utilizzata per definire lo sterminio compiuto dai nazisti 
(ma Olocausto è un termine che richiama al sacrificio biblico 
e rischierebbe di dare un senso ad una strage che senso non ne avrà mai). 
Il giorno della Memoria non deve esser solo un omaggio a quelle vittime, 
ma soprattutto una presa di coscienza collettiva 
per ricordare un fatto che non dovrà mai più accadere.


"Anche se andassi nella valle oscura non temerei nessun male,
perchè Tu sei sempre con me; perchè tu sei il mio supporto, 
con Te mi sento tranquillo."

(Gnam gam gam, canzone insegnata ai bambini ebrei nei
lager nazisti.)


domenica 24 gennaio 2016

Tempestuously Jonas..

Un'altra tempesta,... dopo il ciclone _Sandy
sta mettendo in ginocchio la East Coast
degli Stati Uniti.


Oltre 85 milioni di cittadini in 20 stati sono coinvolti 
dall’imperversare della tempesta «Jonas»
Circa 7mila i voli cancellati secondo i dati diffusi dal portale specializzato FlightAware. 


In Tennessee, North Carolina, Virginia, Maryland, Pennsylvania 
e nel distretto di Columbia è stato dichiarato lo stato d’emergenza, mentre a Washington 
– una delle città che dovrebbe essere maggiormente 
colpita e dove la neve ha già raggiunto i 22 centimetri –
 il sistema di trasporto pubblico sarà sospeso per tutto il weekend.


Anche il governatore dello Stato di New York - Andrew Cuomo - ha dichiarato lo stato di emergenza,  sono stati cancellati tutti i voli all’aeroporto La Guardia e sospesi i mezzi pubblici di superficie. 
In stato di massima allerta anche Baltimora e Philadelphia. 
Secondo il Servizio metereologico nazionale, a Washington sono previsti
 fino a 76 centimetri di neve fino a domenica notte, quando è previsto il picco della tempesta, 
con venti fino a 80 chilometri all’ora.


Da noialtri Italia (meteorologicamente) 
non sta andando così tragicamente
e alle (quasi) soglie dei #GiorniDellaMerla_
i protagonisti di queste settimane sono solo il freddo,
epidemici raffreddori e 
 tanta voglia di fuga da _personali magagne_
muscolo-scheletriche
(delle quali accennavo nell'ultimo post):


alla conclusione di un ciclo composto da esami diagnostici mirati e 
visite neurochirurgiche - ortopediche e fisiatriche,
forse
- badate bene al forse -
il fastidio persistente alla coscia destra
stavolta non é da sradicare con ferraglia chirurgica,...
...
anzi,..le sane e sapienti manipolazioni del bravo fisioterapista
unite ad una condotta d'allenamento prudente e
meno sconsiderata del solito,
probabilmente stanno (lentamente) trascinandomi oltre 
alla "corsa a metà servizio" a cui mi sto
dedicando da oltre due mesi.

Ma non vado oltre con previsioni, pronostici
e spettanze di gare
anche se - salute permettendo - mi piacerebbe molto
tornare a galoppare in una mezza maratona a febbraio
e correre una maratona in primavera:
dove, come e quando.....sarà tutto da inventare.


Buona settimana a tutti,
a presto.



domenica 17 gennaio 2016

Killer (mancata) cercasi invanamente

La signora ben sistemata sul proprio mega macchinone
avrà di certo trascorso un ottimo fine settimana
dopo che venerdì pomeriggio
per poco non faceva fuori mia mamma che
attendeva di attraversare la strada a bordo della propria bicicletta.
Teatro dell'incidente
-  che poteva avere conseguenze alle quali non voglio nemmeno pensare -
il centralissimo incrocio di piazza Monza
tra le vie IV Novembre e G.Rossi a Dueville.

La faccio breve: la sopra menzionata autista del bolide
non vedendo mia mamma in bicicletta ferma a lato strada
l'ha investita mandandola a terra.
Rallentata l'auto e abbassato il finestrino
l'aspirante killer si é limitata a vedere se l'investita era viva
dopo di cui senza proferire parola e lasciare recapiti
se n'é andata in completa sereneità.

Vi risparmio dettagli e pensieri
(e parole)
che mi sono passati nella testa e fuoriusciti dalla bocca.

Complimenti bella signora,...
..continui così e dorma serena.


Del resto ho poco da scrivere  visto che
i fastidi a gamba/coscia destra mi perseguitano
e a brevissimo mi auguro di eseguire le dovute indagini prescritte da specialisti vari.

Tornerò presto a correre
ma é tutto uno strano deja vu. ....
@....impazzire d'attesa_maggio 2013 (A VOLTE RITORNANO...)...


Tocco ferro da mattina a sera
e mi auguro sia tutto uno strano inghippo. ...
..e giusto per non fare discorsi strani...
.....spero in bene.


Buona settimana.......a presto.




domenica 10 gennaio 2016

000 Race Color & dita incrociate: caccia allo stregone.

Finalmente le festività natalizie sono 
assolutamente terminate,..
..e all'ultima curva é arrivata anche quella 
spolveratina di neve che tanto bello fa.

Ma ciò che più conta
(almeno per me)
é che al di là di (vere) iniziative benefiche e
occasioni conviviali di calore autentico,
siano sparite definitivamente luminarie e addobbi 
procacciatori di squallido e insulso businnes.

Punto.


Stamattina a Creazzo
- terra del broccolo fiolaro e dal dislivello facile e ammaliante -
 s'é corsa la seconda edizione della
corsa podistica non competitiva di 12 chilometri
creata ed esistente per sensibilizzare e raccogliere fondi
per sostenere la causa della lotta alle malattie
e al trapianto di rene.
Se vi prendete due minuti di tempo e scrivete a
infomondodicolori@gmail.com
avrete soddisfazione ad ogni vostro dubbio o curiosità:
la pagina del bravo social poi
farà il resto.



Non conosco numeri e dettagli della bella podistica creatina di stamane
ma credo che gli organizzatori e i partecipanti possano
ritenersi soddisfatti in toto.
Io sono molto soddisfatto e
forse per la prima volta delle varie
corse benefiche cui ho preso parte
ho corso integralmente calato nello spirito
della manifestazione:
esserci e basta.

Complice il fatto di fungere da pacer dell'ora e dieci
e altrettanto complice la necessità di testare la tenuta
della gamba destra ancora malconcia,
mi sono davvero super gustato i dodici chilometri
del bellissimo percorso della 000 Race Color
disposto fra pianura,
tratti di sterrato, salita, discesa e curve da brivido.

I connotati tecnico - agonistici tuttavia
passano sempre in secondo piano
in manifestazioni come quella organizzata da
Mondo di Colori
e i suoi molti (e bravi) amici.

Felice di averci preso parte
ed evento da rifare senza indugio alcuno
 nel 2017.



La stanchezza stasera mi sta divorando
e quindi chiudo in breve queste poche righe che sono
totalmente di positività rispetto a
000 Race Color
e a tutti coloro che hanno contribuito
 a farne vivere le calorose gesta.

Continuo a rimanere molto perplesso invece sui pesanti fastidi
alla mia zampa destra perché nonostante l'accortezza
negli allenamenti (e nei non-allenamenti)
non sono ancora libero di correre come mi é solito fare.
A brevissimo mi rimetterò nelle mani di
fisioterapista, ortopedico, neurochirurgo,
psichiatra e stregone del caso:
qualcosa di buono potrebbero tirarne fuori.


La prossima volta spero di scrivere dopo avere avuto udienza da almeno un paio
dei sopra menzionati luminari e avere quindi le idee più chiare:
le imprese podistiche del 2016 non possono attendere molto


Buon lunedì e buona settimana a tutti.

lunedì 4 gennaio 2016

domenica 3 gennaio 2016

Il tempo degli spifferi: come ti raddrizzo il bisestile.....

Tre, due, uno,.......
..e in men che non si dica
il buon 2015 se n' é andato in cantina 
lasciando spazio ad un altro intervallo di 366 giorni


Allarme terrorismo, emergenza rifugiati e sfiducia nelle leadership: 
nonostante sentimenti di disillusione e criticità (spesso) pesanti
 c'è una grande determinazione nel guardare verso un futuro migliore 
nel 2016 e negli anni a venire.
 E' quanto pare essere emerso dalla annuale ricerca 
Further with Ford’ diffusa in questi giorni. 
...
E' il quarto anno che viene sviluppato lo studio sui trend mondiali 
''e mai in precedenza avevamo riscontrato livelli così evidenti di ottimismo,
 resilienza e fiducia'', 
ha dichiarato il Professorone di turno.

Secondo questo report, la collettività si sta lasciando alle spalle 
frustrazione e demoralizzazione per spostare il proprio 
sentire comune verso la speranza e l’ottimismo
grazie a un rinnovato senso di ispirazione e inventiva, 
sviluppato principalmente grazie ai 
social media, 
piattaforme alla base del cambiamento



 Dalla nuova ricerca emerge una forte e crescente determinazione
 nell’attitudine alla collaborazione e all’utilizzo delle tecnologie 
per raggiungere obiettivi di sostenibilità e per decidere 
con più libertà dove vivere, lavorare e viaggiare.



Pappatevi di seguito i dieci punti magici 
e il 2016 vi si svelerà in tutta la sua avvolgente bellezza
spazzando dubbi, pensieri e timori.


E ancora prestissimo per fare auguri davvero convinti
 e progetti realmente raggiungibili: 
nell'immediato domenica prossima a Creazzo
correremo la seconda edizione della
000 Race Color_ podistica non-competitiva dalle finalità
benefiche e rivolta a raccogliere fondi da destinare
al Dipartimento di Nefrologia e Trapianto Renale 
dell'Ospedale di Vicenza
nonché alla Fondazione Onlus S.Bortolo
...
il tutto con un occho di riguardo per dare una briciola
di speranza a chi sta combattendo una vita condizionata da
malattie e/o disfunzioni renali gravi
(11% dell'intera popolazione....)


Il resto del mese e dell'immediata stagione podistica
verranno da sé
con un paio di obiettivi puntati fra febbraio e aprile
e vagabondanti fra 21097 metri e 
una maratona da trangugiare tutta d'un fiato:
....

 Ma siccome 
"Tutti gli sciocchi sono audaci"
....facciamo una cosa alla volta...
perché per essere
al 3 gennaio sono già al gancio quanto basta.....


A presto e buona settimana.