Visite

giovedì 21 settembre 2017

Un settembre travestito da novembre: effetto #MarcoOlmo ?

Siamo passati in poco più di due settimane 
dai 30 ai 15°C come se fosse la cosa più banale del mondo...
...e il bello è che ci stiamo quasi facendo l'abitudine.


Sapete che da buon San Tommaso sono restio a credere 
a buchi nell'ozono e alla tropicalizzazione del globale del clima...
....semmai sono ancorato a vecchi racconti del passato 
in cui si narra che ciclicamente esistono annate 
(forse sarebbe meglio parlare di lustri o decenni) 
in cui il clima impazzisce o quasi.
Ricordo alla perfezione il glaciale inverno del 1984/1985
 cosi come ricordo l'infinitamente torrida estate del 2003 (....) 
cosi come ricordo la piovosissima estate del 2005.........


Tutto per dire insomma che trovo più fisiologico
 questo arrivo precoce dell'autunno
 piuttosto che etichettarlo come un'anomalia climatica: 
già...
...perché sappiamo benissimo che 
per motivi di marketing _businnes_moda
  al giorno d'oggi dopo una settimana di caldo 
si grida all'estate PIÙ calda di sempre 
e dopo 36 ore di pioggia si accendono
 ceri votivi 
per scongiurare alluvioni di dimensioni bibliche
 (le alluvioni purtroppo accadono ma sulla responsabilità di tali eventi 
occorrerebbe andare ad indagare su chi costruisce strade
 dove non andrebbero costruite o su chi non si dedica
alla pulizia_messa in sicurezza di corsi d'acqua,
 canali di scolo e quant'altro).


Chi non teme gli sbalzi termici
né i percorsi accidentati e scivolosi sono i
corridori di _Trail_ che avranno di che divertirsi al
e
di cui avrò il piacere di discorrere amabilmente
sia con chi vorrà esserci che 
con il leggendario _Marco Olmo_
(che si può serenamente definire l'atleta italiano 
capostipite/pioniere 
sulle corse outdoor a far luogo dalla metà degli anni '90 ad oggi).

 Marco Olmo é molto di più che 
un semplicemente fenomenale
podista estremo
perché ha fatto della corsa stessa uno stile di vita 
 attorno a cui ha disegnato la sua stessa esistenza
da vent'anni a questa parte.....
...guarda caso dal momento in cui di solito
si rallentano i ritmi (ha iniziato a gareggiare a 48 anni)
e ci si accontenta di trotterellare per "star bene".

Ma Marco Olmo é molto di più
anche di tutto ciò 
e sabato 30 settembre ce lo spiegherà.

   
Sono ferocemente curioso di vivere l'evento
- che precede il CastelTrail di domenica 1 ottobre -
e sono altrettanto onorato di poter conoscere di persona
una delle leggende viventi del podismo mondiale.

Il privilegio di poter infiammare
la serata di Castelgomberto
é mio
e di chi vorrà esserci per vedere, ascoltare
e chiedere:Marco Olmo, il pioniere
della corsa fuori pista,
sarà tutto per noi.


sabato 16 settembre 2017

Una leggenda aspettando...(will I return?): 30 giorni per continuare a sognare.


Non so quale sia il motivo dominante di questa situazione
ma quest'anno ALBERTO RACE reca dietro sé
una lunga scia di calore, intensità e sogni da accarezzare:
per dirla tutta dovrei scrivere che la corsa del primo venerdì 
di settembre é davvero ogni giorno
....e la mia quotidianeità ne é intensamente avvolta.

E ne sono stupito e affascinato contemporaneamente,


Ma oltre alla valanga di sensazioni positive e motivanti
sgorgate da ALBERTO RACE 2017 in toto,
questo é anche il periodo in cui sto 
tentando di ricominciare a correre
ripartendo dall' A B C della corsa stessa
......
osservando cioé tutte le precauzioni del caso.

Dopo l'intervento (abbastanza imprevisto) del maggio 2013
- in cui il "bravo neurochirurgo" strappò dalla
mia colona vertebrale una velenifera ernia discale -
la nuova operazione
(medesimo spazio intervertebrale)
dello scorso 15 maggio
mi sta ancora segnando mentalmente e fisicamente
(devo ancora capire se sono più inceppato fisicamente
o mentalmente...).


La semplice realtà tuttavia (ora) non é affatto male
visto che dal 17 agosto ho ripreso
a correre e a sentire il vento tra i capelli
e il sudore scorrere lungo la schiena
ad inzuppare indumenti, anima e cuore:
davvero fantastico !

Non ho fretta di riprendere a sfrecciare 
semplicemente perché non so se tornerò a sfrecciare
(...)
ma sarei un Pinocchio se scrivessi 
che il pensiero non é quello:
chiaro anche che dall'alto dell'esperienza
di un duplice intervento chirurgico
e oltre trent'anni costellati da migliaia
 di chilometri e saliscendi,
sono assolutamente convinto
che le cose cambiano e ciò che mi era permesso
dieci anni fa
ora verosimilmente é trasfigurato.

Me ne sto facendo una ragione.


Mentirei spudoratamente anche se dicessi che mi accontenterò di
trotterellare a 10 km/h......
....
per il semplice motivo che prima di arrivare a quella 
"considerazione-presa di coscienza"
dovrò necessariamente "toccare con mano".


Per il resto.....
in pentola stanno bollendo una montagna di cose da fare
e che mi attizzano quanto basta per non avere granché da annoiarmi
(impegni assortiti, un nuovo Master da portare a casa,
progetti non trascrivibili qui...).

A tutto quanto si aggiunge
- nel breve periodo -
un impegno/evento/meraviglia
in cui mi hanno coinvolto/incaricato
alcuni amici podisti-organizzatori di corse
e gravitanti nell'orbita running/eventi.

Domenica 1 ottobre 2017
si correrà la prima edizione
...una bellissima corsa categoria TRAIL sulle bellissime
 colline dell'ovest vicentino,....
a due passi dal capoluogo berico
(avessi la schiena a posto ci farei un gran pensiero....)

E sin qui sarebbe tutto normale (o quasi)..........

L'eccezionale sta nel fatto che i sopra citati amici runners
mi hanno chiesto di curare la serata di presentazione di 
..serata che vedrà la presenza di _Marco Olmo_
vera e propria leggenda vivente
del Trail Mondiale
(cliccate su questo link e vi verrà la pelle d'oca...)......

Non so se essere più lusingato 
o più incredulo per quanto "dovrò" sostenere
sabato 30 settembre al cospetto
di Marco e di tutti coloro che vorranno
godere dei racconti delle sue avventure podistiche
e della sua filosofia di vita scarpette ai piedi
- Totalmente Spirito Trail Version -


La carica per l'evento
- la mia carica -
é tarata su livelli spaziali
e la curiosità mista all' entusiasmo
già so che mi mangeranno vivo....


Scommettiamo ?



A presto .....e buona domenica a tutti.

martedì 12 settembre 2017

A fascinating idea for a Very Possible Challenge: acchiappiamo o no ALBERTO RACE 2018 ?

E' ancora troppo presto per srotolare il futuro e comprendere se "ALBERTO RACE 2018_é per sempre" vedrà il proprio domani materializzarsi: 
il tutto passerà INEVITABILMENTE attraverso la costituzione 
di un GRUPPO VERO - e non virtual - 
(chiamatela Associazione se vi piace,..o chiamatela Task Force se fa più fashion) .........ASSOCIAZIONE-TASK FORCE (di 7-8 persone) che si faccia carico 
di una buona fetta della struttura e delle necessità 
di ALBERTO RACE 
(dalle 2 serate in programma nel corso dell'anno,..
..ai preparativi degli ultimi due mesi prima dell'evento clou - la corsa / pretesto dei primi di settembre).

Il parafulmine del tutto resterà sempre chi scrive questo post.


Attendo segnali di disponibilità VERA e OGGETTIVA prima di decidere ciò che sarà fra qualche mese.
Non servono requisiti da Harward University ...
...ma ferrea disponibilità, correttezza, 
voglia di perseguire gli scopi di ALBERTO RACE 
e la presenza a 3 - 4 riunioni nei mesi che andranno da gennaio 2018 a fine agosto 2018.




Potete contattarmi via e-mail scrivendo a 
edoardo.gasparotto@gmail.com 
entro (e non oltre)
 martedi 31 ottobre 2107.


Non é un gioco e non é una bufala:
 vediamo se c'é qualcuno che ci sta davvero.


IO  CI  CREDO  !!!